Arte: la mostra "cromofobie" a Pescara fino al 31 maggio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2365

Arte: la mostra "cromofobie" a Pescara fino al 31 maggio

PESCARA. L'ex distilleria Aurum di Pescara ospiterà dal 14 febbraio al 31 maggio la mostra "Cromofobie, percorsi del bianco e del nero nell'arte italiana contemporanea".
Curatrice dell'esposizione e' la critica d'arte Silvia Pegoraro. La mostra, che vedrà la partecipazione di 76 artisti per un totale di circa 130 opere, rientra nel progetto "Sensi contemporanei" voluto (dal 2004 in poi) dal ministero per i Beni e le attività culturali, dal ministero per lo Sviluppo economico, dalla Fondazione La Biennale di Venezia e da sette regioni dell'Italia meridionale.
«Cromofobie - ha spiegato Pegoraro - rappresenta una simbiosi tra architettura e arte contemporanea, visto che la mostra trova spazio nell'ex Aurum, progettato negli anni Trenta da Giovanni Michelucci, uno dei più grandi architetti del '900».
Parlando dell'esposizione la curatrice ha svelato che l'idea di questa mostra sul bianco e sul nero e' nata da «una profonda emozione percettiva, cioè l'emozione che ho provato vedendo il grande "Tunnel" di Getulio Alviani», un'opera che parteciperà alla mostra Pescarese.
Il "Tunnel" e' stato allestito in un sotterraneo che un tempo conduceva ai magazzini dell'ex distilleria.
La mostra (che potrà essere visitata gratuitamente) offre una panoramica della presenza del bianco e del nero nell'arte italiana contemporanea, dal dopoguerra ad oggi, da lavori storicizzati a quelli di artisti delle ultime generazioni.
Tra gli artisti che esporranno all'ex Aurum Enrico Baj, Alberto Burri, Enrico Castellani, Giuseppe Caporossi, Gino De Dominicis, Lucio Fontana, Ezio Gribaudo, Piero Manzoni, Gastone Novelli, Giuseppe Santomaso, Angelo Savelli, Mario Schifano, Antonio Sanfilippo, Giulio Turcato e Emilio Vedova. E poi, ancora, Carla Accardi, Domenico Bianchi, Luigi Boille, Nicola De Maria, Omar Galliani, Jannis Kounellis, Fabio Mauri, Gianfranco Notargiacomo, Nunzio, Oliviero Rainaldi, Giuseppe Spagnuolo, Marco Tirelli e Gilberto Zorio.
I nomi di alcuni giovani: Andrea Chiesi, Paolo Grassino, Luca Pancrazzi e Gino Sabatini Odoardi. Presentando questo evento l'assessore comunale alla Cultura, Paola Marchegiani, ha parlato non solo della "magicità" dell'ex Aurum, che e' «a disposizione degli abruzzesi e di tutto il centro Adriatico» ma anche della dell'importanza della mostra.

16/02/2009 9.44