Approfondimenti e dibattiti al Volta per i 50 anni dell’istituto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2856


PESCARA. Inizierà sabato prossimo, alle ore 10, il primo convegno promosso dall'Istituto Industriale “Alessandro Volta” di Pescara all'interno degli eventi organizzati per il cinquantenario (1959-2009) del polo di formazione pescarese.
La serie di appuntamenti si aprirà con il convegno “La cultura Matematico-Scientifica nella scuola del XXI secolo”. Interverranno Sergio Galbiati, direttore generale Micron Technology Italia, Pier Ugo Foscolo, preside della facoltà di ingegneria di L'Aquila, Carlo Petracca, direttore generale ufficio scolastico regionale, Lucia Genovese e Giandomenico Boffi, professori ordinari dell'Università D'Annunzio, Marisa Di Luca, docente di matematica, il dirigente scolastico dell'Itis Domenico Di Carlo e il presidente della Provincia Giuseppe De Dominicis. Modera Andrea Beato, vicedirettore del periodico AbruzzoEconomia.
Il convegno sarà un focus nel mondo del lavoro in contrapposizione con l'istruzione scolastica, una tavola rotonda che prenderà in esame le reali necessità di studenti specializzati in materie scientifiche passando tra metodi di insegnamento innovativi e l'aggiornamento del personale. «Questa campagna promossa dall'Itis A.Volta», spiega il dirigente Domenico Di Carlo, «serve a focalizzare l'attenzione sulla mancanza di “vocazione” dei ragazzi verso le facoltà scientifiche».
Un campanello d'allarme che non è possibile trascurare alla luce della crisi occupazionale che si sta materializzando in questi anni.
«Il 90 per cento dei matematici e fisici del futuro», prosegue il dirigente, «saranno di origini asiatiche mentre la Cina sta già sfornando un milione e mezzo di ingegneri l'anno. Senza una buona preparazione scientifica non saremmo in grado di rispondere alla crisi».
Per questo motivo l'Itis sta preparando una ricetta anti-recessione: l'adeguamento della formazione con un metodo «laboratoriale» come lo definisce lo stesso Di Carlo, cioè «insegnare la matematica con un approccio manuale, più chiaro e coinvolgente». L'Istituto Industriale Volta vanta la presenza, nel corpo docente, di Nicolino De Pasquale, ricercatore divenuto noto in tutto il mondo per aver risolto gli enigmi della matematica Incas.

15/01/2009 9.11