170° anniversario della morte di monsignor Giuseppangelo De Fazio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3839

PIANELLA. Sabato 13 dicembre presso la Chiesa di Sant' Antonio Abate, i Padri Carmelitani di Pianella si apprestano a celebrare un loro illustre concittadino: monsignor Giuseppangelo De Fazio, frate minore cappuccino.
Morto a Beirut il 13 dicembre del 1838, Giuseppangelo, al secolo Silvestro, è dai più ricordato per aver fatto dono alla sua città natale del Sacro Corpo di S. Ciriaca, V.M., a lui a sua volta donato dal Pontefice Gregorio XVI.
È proprio dal rinvenimento dell'atto di donazione rogato dal notaio Pignatari di Pianella da parte dell'avvocato Loris Di Giovanni che è nata una ricerca supportata da Padre Tommaso Pallicca, carmelitano e dal professor Vittorio Morelli.
Il risultato, un interessante volume che oltre all'atto di donazione riproduce in edizione anastatica anche due antiche biografie di monsignor Giuseppangelo e altri interessanti ed inediti documenti sulla sua vita, verrà presentato dopo una messa in suffragio del De Fazio che verrà celebrata alle 18.00.
Parteciperanno alla presentazione il vescovo Tommaso Valentinetti, l'arcivescovo Metropolita di Pescara-Penne ed Domenico Del Signore, ministro provinciale dei Frati Minori Cappuccini, introdotti dal Parroco Padre Giuseppe Grussu.
Porterà un saluto anche il sindaco di Pianella Giorgio D'Ambrosio.
Dopo la distribuzione gratuita del libro agli intervenuti si formerà un corteo preceduto dalle note della Banda di Santa Cecilia che raggiungerà, in viale Regina Margherita, la piazza antistante la casa natale del De Fazio dove verrà scoperta una targa commemorativa opera della ceramista Marianna D'Angelo.

11/12/2008 14.44