Tornano le Giornate Europee del Patrimonio, eventi in tutta la regione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2712

Tornano le Giornate Europee del Patrimonio, eventi in tutta la regione
L'AQUILA. Tornano le Giornate Europee del Patrimonio. Sabato 27 e domenica 28 settembre prossimi anche in Abruzzo si svolgerà l'iniziativa voluta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano) e Autostrade per l'Italia.
Il tema è quello de “Le Grandi Strade della Cultura – viaggio tra i tesori d'Italia” tutti i luoghi d'arte, i musei e i siti statali saranno aperti al pubblico gratuitamente e saranno animati da una serie di eventi (spettacoli, mostre, convegni, concerti,visite guidate) organizzati per l'occasione.
«Le Giornate Europee del Patrimonio – spiega Anna Maria Reggiani Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici – costituiscono un momento ricco di significato per mettere in risalto l'attività effettuata dai numerosi istituti afferenti al Ministero e per offrire ai cittadini la possibilità di conoscere meglio e apprezzare i luoghi d'arte».
In Abruzzo saranno una cinquantina le manifestazioni che si svolgeranno su tutto il territorio coordinate dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici; alcune di esse sono state segnalate dal Ministero come eventi d'eccellenza, tra queste la mostra “Pugnae - la guerra nell'arte” in corso di svolgimento presso il complesso monumentale di Santa Maria dei Raccomandati.
A Pescara, invece, il 27 settembre alle 10.30 presso il Museo delle Genti d'Abruzzo sarà presentato il volume inedito che raccoglie il preziosissimo carteggio dello studioso sulmonese Giovanni Pansa, con l'occasione si potrà visitare anche la biblioteca rinnovata del museo.
A Teramo il FAI organizza visite guidate con personale specializzato alla scoperta dell'Oasi WWF dei Calanchi di Atri.
Infine a Bucchianico in provincia di Chieti apre al pubblico un antico frantoio del XVII secolo; grazie ad esperti e guide i visitatori potranno vedere come avveniva anticamente la produzione dell'olio.
Accanto a queste “chicche” però tante le aperture straordinarie di luoghi generalmente chiusi al pubblico come il teatro comunale Rossetti di Vasto, un piccolo gioiello inaugurato nel 1819; a L'Aquila si segnala “A porte aperte” visita libera presso la Casa Museo Signorini Corsi, donata al Comune dell'Aquila dall'omonima famiglia, conserva opere d'arte, oggetti, mobili di rara valenza artistica; a Penne, invece, è possibile scoprire i capolavori barocchi della Chiesa di S. Giovanni Battista, unica sede in Abruzzo delle monache gerosolimitane dell'Ordine di Malta, la chiesa conserva una bellissima decorazione a stucco ed una delle più ricche e preziose ornamentazioni barocche realizzate nella nostra regione. A Mosciano Sant'Angelo in provincia di Teramo è inoltre possibile assistere, il 28 settembre alle 11.00 presso l'azienda agricola Lucani, al concerto “Il Folklore popolare tra mietitura e vendemmia”.
23/09/2008 10.50