Domani si ricordano i nove martiri aquilani: 65 anni fa l’eccidio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4810

L'AQUILA. Si ricorda che domani, martedì 23 settembre, cadrà il 65esimo anniversario dell'eccidio dei Nove Martiri aquilani, giustiziati dalle truppe naziste nel 1943. Per l'occasione, il Comune dell'Aquila ha predisposto alcune iniziative che si svolgeranno in quel giorno.
Alle 11.30 si terrà la cerimonia di commemorazione al cimitero monumentale, presso il mausoleo dei Nove Martiri.
Alle ore 12 il sindaco dell'Aquila Massimo Cialente deporrà una corona davanti alla lapide che, nel cortile del palazzo municipale, ricorda il sacrificio dei nove giovani aquilani. Subito dopo, il primo cittadino terrà un intervento per ricordare il tragico evento, alla presenza dei familiari dei Martiri e dei cittadini.
Alle 12.45, la commemorazione sarà effettuata con la deposizione di una corona in piazza Nove Martiri.
Il sindaco Cialente ha inoltre voluto il coinvolgimento delle scuole cittadine. Alle 9.30, infatti, nella caserma Pasquali, verrà proiettato il video “Con vent'anni nel cuore”, di Giorgio Cavalli, preceduto da una breve introduzione storica del professor Walter Cavalieri. Prenderanno parte alle visione gli alunni di due classi quinte dell'istituto tecnico industriale “Amedeo di Savoia”, di una classe quinta del Liceo scientifico “Bafile” e di due classi terze del liceo classico “Cotugno”. Al termine della proiezione i ragazzi verranno accompagnati sul luogo dell'eccidio, avvenuto proprio all'interno della caserma Pasquali.
“Abbiamo voluto rendere omaggio ai nove giovanissimi martiri aquilani – ha spiegato il sindaco Cialente – promuovendo la conoscenza di quel drammatico episodio della nostra storia recente e, in generale, di quegli anni tumultuosi, attraverso il coinvolgimento di una rappresentanza dei giovani aquilani che hanno, oggi, la loro stessa età. Per questa ragione abbiamo interessato alunni dell'ultimo anno di alcune scuole cittadine, che quest'anno, nel programma di storia, studieranno proprio la seconda guerra mondiale e il suo epilogo. Per questioni logistiche abbiamo deciso di effettuare la proiezione all'interno della caserma Pasquali, in modo da poter poi condurre i ragazzi sul luogo ove avvenne l'uccisione, e a causa della limitata capienza della sala, abbiamo dovuto scegliere solo alcune scuole. Vorremmo però che l'iniziativa avesse una continuità; per questa ragione nelle prossime ricorrenze, a rotazione, inviteremo anche gli altri istituti cittadini. Ringrazio, infine, il comando della caserma Pasquali per la disponibilità accordata all'organizzazione dell'evento”.
I Nove Martiri aquilani (Anteo Alleva, Pio Bertolini, Francesco Colaiuda, Fernando Della Torre, Bernardino Di Mario, Bruno D'Inzillo, Carmine Mancini, Sante Marchetti e Giorgio Scimia) vennero fucilati dai nazisti all'interno della caserma Pasquali il 23 settembre 1943, dopo essere stati catturati nel corso di un rastrellamento in una zona montuosa nei pressi del cimitero di Collebrincioni.
I loro corpi vennero rinvenuti solo dopo la liberazione della città, avvenuta il 13 giugno 1944.

22/09/2008 13.23