Conoscere e prevenire: specialisti di urologia in strada

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4269

ABRUZZO. Un progetto itinerante in 100 città, regole per la salute, indagine sugli italiani: la SIU celebra il suo primo Centenario di attività puntando sull'informazione e la cultura scientifica.
Arriva a Chieti, Pescara, Avezzano e Lanciano il 24, 25, 26 e 27 luglio la campagna di prevenzione "L'Urologia fa strada", organizzata dalla Società italiana di urologia per celebrare i 100 anni della sua fondazione e della nascita di questa disciplina.

L'appuntamento, grazie al patrocinio dei Comuni, è per giovedì 24 a Chieti in piazza della Trinità dalle 16 alle 22 con i prof.Tenaglia e Pompa dell'università di Chieti e dell'ospedale SS.Annunziata di Chieti; venerdì 25 a Pescara in piazza Salotto dalle 16 alle 22 con il prof. Tenaglia; sabato 26 ad Avezzano in piazza del Risorgimento sotto la scalinata con dott.Di Nicola dell'ospedale S.Filippo e Nicola di Avezzano dalle 16 alle 22; domenica 27 a Lanciano in piazza Plebiscito dalle 16 alle 22 con il dott.Manieri dell'ospedale Renzetti di Lanciano.

La SIU, grazie anche ad un supporto educazionale di Acqua Oligominerale Rocchetta, ha scelto di celebrare questo primo Centenario investendo in informazione e divulgazione scientifica.
«La SIU ha fortemente desiderato la realizzazione di questa iniziativa – ha spiegato il presidente della Società Italiana di Urologia Vincenzo Mirone – impegnando per mesi le proprie risorse ed energie. Siamo convinti che l'importanza di una corretta informazione sia direttamente proporzionale al valore della prevenzione, e il messaggio che l'Urologo oggi vuole trasmettere è proprio quello di poter essere medico di riferimento per tutta la famiglia».

I medici saranno a disposizione per rispondere alle domande dei cittadini e consigliare le "10 regole d'oro della Società Italiana di Urologia".
Indicazioni rivolte a uomini e donne, utili ad ogni età, comportamenti corretti e spie da tenere sotto controllo per prevenire e curare le più comuni patologie uro-genitali, tra cui le infezioni urinarie e
genitali, l'incontinenza, il tumore della prostata e del rene, la calcolosi delle vie urinarie e le patologie dell'età pediatrica.
Regole semplici, come quella di effettuare una visita urologica nelle varie fasi della vita, consultare un urologo in caso di involontarie perdite di urina, assumere cibi contenenti sostanze antiossidanti e
bere almeno 1,5 litri d'acqua al giorno.

23/07/2008 16.29