Arzibanda, a Capistrello la ressegna musicale dal jazz alla tradizione popolare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2448

ESTATE 2008. CAPISTRELLO. Torna dal 24 al 26 Luglio Arzibanda, rassegna di musica, teatro e arte varia nel centro storico di Capistrello.
Giunta alla dodicesima edizione, Arzibanda è diventato un appuntamento fisso nell'estate abruzzese ed è ormai uno dei festival più apprezzati e importanti di tutto il centro Italia sia per la capacità di proporre ogni anno una programmazione che tiene conto dei più diversi sentimenti artistici, sia per la caratura degli artisti che si esibiscono.
Anche quest'anno dunque le strade e le piazze del centro storico del paese marsicano torneranno a riempirsi per dare spazio ad artisti e compagnie provenienti da tutta Italia. Tre giorni di manifestazione in cui diverse tipologie artistiche si incontreranno con l'intento di unire il passato della nostra memoria ai temi della solidarietà e della convivenza pacifica tra le diverse realtà culturali e sociali del territorio, anche attraverso la riscoperta di luoghi di socializzazione ormai logorati dall'abbandono.
Le piazze e i vicoli di Capistrello vecchio diventeranno ancora una volta il palcoscenico naturale di una manifestazione nata nel 1997 proprio con l'obiettivo di far riscoprire quei luoghi un tempo vivi e pulsanti e ora abbandonati al loro destino.
Anche quest'anno l'organizzazione è riuscita a stilare un programma che spazia a 360 gradi; partendo dal jazz per arrivare alla musica popolare, dalle sonorità reggae a quelle ironiche e baldanzesche delle bande di strada fino anche al teatro di impegno civile e quello degli artisti di strada che interverranno.
Il programma, come sempre, sarà vario e tutto da "gustare", sarà aperto giovedì 24 con un'anteprima teatrale ed a seguire un concerto in chiave rock promosso da Emergency.
Venerdì 25 si inizia alle 21.30 in Piazza S. Antonio con un concerto Jazz di altri tempi. Uno dei più grandi sassofonisti italiani, Maurizio Giammarco, in guest con il quartet del suo allievo nonché nostro concittadino Gianluca Lusi, uno dei più promettenti sassofonisti del panorama jazz emergente.
A seguire sullo stesso palco, ore 23.00 concerto Reggae con il gruppo Boo Boo Vibration, pluripremiato al Rototom Sunsplash (il festival reggae piu importante d'europa) e in tour dopo l'uscita dell'ultimo disco (Scimmie metropolitane) il 15 maggio.
Sabato 26 luglio, alle ore 21.30 Piazza S.Antonio, concerto di musica folk con i Sancto Ianne, eccezionale gruppo dell'altra Campania, finalisti al Premio Tenco nel 2006 e vincitori del concorso "Voci per la libertà" promosso da Amnesty International. La loro musica coinvolgente è paragonabile alla forza della prima Nuova Compagnia di Canto Popolare.
Alle ore 23.00 in piazza S. Antonio, il "Main Events" della XII Edizione con gli Après la Classe, fantastica band salentina che non ha bisogno di presentazioni, i loro ritmi mix tra innovazione e tradizione sono conosciuti in tutta Europa e canzoni come "Paris" accompagnano da diversi anni le "pogate" dei giovani. Un evento da non perdere, da gustare, da vivere con il cuore y con l'alma.
Durante tutta la manifestazione saranno aperte cantine con esposizioni, mostre e installazioni, saranno coinvolte scuole ed artisti di vario genere, ci saranno parate di street band e artisti di strada. Insomma, tutto sarà una grande Arzibanda, che in dialetto significa confusione e kaos, un po' come le stanze in disordine dei ragazzi adolescenti…

10/07/2008 11.05