La colonna di Cascella tra le erbacce del cantiere

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3364

La colonna di Cascella tra le erbacce del cantiere
CHIETI. Allarme rientrato per la scomparsa della Minerva di Pietro Cascella, il monumento simbolo della d'Annunzio che a Pescara si innalzava di fronte all'ingresso di Economia.
La colonna scomparsa per l'apertura del cantiere è stata ritrovata abbandonata tra le erbacce ed i rifiuti a due passi dalla pala meccanica e sarà rimontata nei prossimi giorni.
Così almeno assicura Marco Napoleone, direttore generale dell'Università, che della vicenda però non sapeva nulla, ma che ha avuto assicurazioni sull'immediato ripristino del monumento.
E' durato, dunque, un giorno il giallo della Minerva di Cascella, copia più piccola di quella che si trova a Chieti, nel Campus di Madonna delle Piane.



Il panico anche per un possibile furto è durato lo spazio di alcune telefonate all'impresa esecutrice dei lavori e al geometra di cantiere, poi una visita all'area interessata ci ha dato la risposta che cercavamo: la colonna è riapparsa lì dove portavano le indicazioni di chi l'aveva smontata.
Ma si capiscono anche le voci che la davano per persa: non era assolutamente facile scovarla tra i rifiuti di cantiere, il fango e le erbacce, appoggiata al muretto di recinzione di una casa confinante. Solo i lavori per la sistemazione dell'area antistante le nuove segreterie l'hanno riportata alla luce e – come detto - nei prossimi giorni verrà rimontata.



Resta però lo stupore per il trattamento riservato al monumento. Pietro Cascella, celebrato come uno dei massimi esponenti della scultura italiana, ha però conosciuto nella sua Pescara questo “speciale” trattamento.
Occorre aggiungere che sono universitari i progettisti e i tecnici che hanno seguito i lavori delle nuove segreterie e proprio per questo ci si sarebbe aspettati un trattamento di riguardo per un'opera d'arte.
Mentre sono evidenti le tracce del maestro recentemente scomparso (il Campus di Chieti è pieno di suoi monumenti ed anche il logos dell'Università è proprio la sua Minerva), del tutto assenti sono stati invece i vertici dell'Ateneo alle manifestazioni di ricordo che a Pescara hanno avuto il loro culmine nella cerimonia presso La Nave.
Solo la prontezza di spirito degli organizzatori ha evitato una brutta figura alla d'Annunzio, di fronte ai familiari di Cascella ed alle altre autorità. Lo speaker ha chiamato infatti a ricordare lo scultore che ha creato l'immagine dell'Università il Rettore emerito Uberto Crescenti, che era lì presente a titolo personale e che ha ricordato gli anni di collaborazione con l'artista.
Ma lui, Pietro Cascella, probabilmente non l'avrebbe presa bene nel vedere una sua opera tra le erbacce.

Sebastiano Calella 12/06/2008 16.52