Al Museo Colonna le opere di Sandro Visca

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4839

Al Museo Colonna le opere di Sandro Visca
PESCARA. Uno dei più celebrati artisti abruzzesi contemporanei ripercorre oltre quarant’anni di carriera in una mostra personale al Museo d’Arte Moderna “Vittoria Colonna” di Pescara, dal 29 marzo al 4 maggio.    

Le opere in lamiera degli esordi. La serie, avviata nel 1964, delle “Crocifissioni” realizzate con stracci, carte, iuta, nailon, vernici acriliche e ferri saldati. I collage combinati con vernici e smalti sintetici, che esprimono una personalissima versione della Pop-Art. Le sculture di pezza del 1969-70, cucite a mano con stoffe e materiali plurimaterici. I “reliquiari” in legno e stoffe cucite. Le sculture di terracotta smaltata o in ferro e bronzo. I “grandi asparagi” in legno, bronzo e pelle. Gli originali “teatrini”, allo stesso tempo leggeri ed inquietanti. Infine gli splendidi
arazzi, tra cui quello “In itinere” realizzato nel 2000: un viaggio fantastico nel mondo e nella vita che lo abita, che si snoda su 34 metri di lunghezza.

Oltre quarant'anni di attività dell'artista abruzzese Sandro Visca rivivono nella mostra antologica a lui dedicata, che verrà inaugurata sabato 29 marzo prossimo al Museo d'Arte Moderna “Vittoria Colonna” di Pescara, dove rimarrà fino al 4 maggio. Un “Romanzo della Materia” – come lo definisce il poeta e critico letterario Plinio Perilli nella sua introduzione al catalogo della mostra (a cura della casa editrice Textus) – da sfogliare in un centinaio di opere realizzate tra il 1962 e il 2008.
L'esposizione, realizzata con il contributo della Regione Abruzzo, della Provincia di Pescara e del Comune di
Pescara, è curata personalmente da Sandro Visca che torna così, dopo vent'anni, ad esibire i suoi capolavori nella città d'adozione. Nato a L'Aquila nel 1944, l'artista risiede infatti a Pescara dal 1968, quando fu chiamato dal professor Giuseppe Misticoni ad insegnare nel liceo artistico del capoluogo adriatico. Da allora Visca ha tuttavia continuato a frequentare la scena artistica nazionale ed internazionale, collaborando con maestri del calibro di Alberto Burri, con cui nacque una sincera amicizia al di là del rapporto professionale, e partecipando a mostre ed esposizioni in giro per il mondo.

26/03/2008 14.46