190 anni dell’Archivio di Stato di Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2937

CHIETI. Nell’ambito della X Settimana della Cultura indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l'Archivio di Stato di Chieti celebra il 190 anniversario della sua istituzione inaugurando, il 27 marzo 2008, la mostra intitolata “Storia e storie" che resterà aperta al pubblico fino al 5 aprile.
L'Archivio di Stato di Chieti, infatti, risale al 1818, anno in cui, con legge del 12 novembre n. 1379, nell'allora Regno delle due Sicilie, accanto ad un “Archivio Generale” con sede a Napoli, si dispose l'apertura in tutte le province meridionali di archivi destinati a raccogliere e conservare documenti prodotti da antiche e nuove amministrazioni.
La mostra documentaria ripercorrerà, quindi, le vicende dell'Istituto che, dalla originaria sede dell'ex convento di S. Domenico, fu trasferito nel 1976 nell'attuale sede di via Ferri, dove si conserva un inestimabile patrimonio documentario che si snoda lungo 10 Km. di scaffalature e che racconta la storia di Chieti e della sua provincia, a partire dal secolo XV. Tale patrimonio è ora consultabile anche on-line attraverso il Sias (Sistema informativo degli Archivi di Stato) per mezzo di una postazione multimediale a disposizione dei visitatori della mostra.
Nell'occasione sarà allestita una mostra di “Pergamene e Carte” anche presso la dipendente Sezione di Lanciano che, istituita nel 1960, conserva fra l'altro preziosa documentazione notarile risalente al 1511.
La mostra lancianese sarà inaugurata il 31 marzo e resterà aperta fino al 5 aprile.
Alla realizzazione degli eventi ha collaborato la Casa Editrice Tinari.

26/03/2008 11.25