Pescara nel 1927: una mostra ed un convegno per gli 80 anni della Provincia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2820

PESCARA. Una mostra fotografica e documentaria ed un convegno di studi dedicati alla vita quotidiana a Pescara e nel territorio limitrofo nel 1927, anno di fondazione dell’amministrazione provinciale. Sono le ultime iniziative promosse dalla biblioteca “Gabriele d’Annunzio” e dal Comitato scientifico per la celebrazione dell’80esimo dall’istituzione dell’ente.
L'esposizione sarà inaugurata sabato 20 ottobre, alle 9,30, nella sala consiliare di Palazzo dei Marmi, in occasione dell'incontro di studi. A questo appuntamento parteciperanno dieci studiosi di storiografia e storia locale, e sarà moderato da Enzo Fimiani, direttore della biblioteca provinciale.
“Riscoprire, attraverso le immagini e i documenti che saranno spiegati e commentati da studiosi di storia locale servirà -secondo le intenzioni degli organizzatori- a ricordare e capire meglio le condizioni sociali che c'erano nel momento della nascita della quarta e più giovane provincia abruzzese”.
Le fonti e le testimonianze sono state reperite da Giovanna Basile, della biblioteca “d'Annunzio”, con la collaborazione di Ilaria Verna, tra il materiale custodito in archivi pubblici e non solo della zona, come l'Archivio di Stato di Pescara, il Museo delle Genti d'Abruzzo, le teche della delegazione cittadina della Federazione italiana associazioni fotografiche, la Soprintendenza archivistica per l'Abruzzo, ma anche tra i fondi della biblioteca provinciale, tra la documentazione conservata dalla società Archimente e tra i pezzi delle collezioni private di Mariella D'Alessandro e Renato D'Amario.
Sabato, dopo il saluto istituzionale di Giuseppe De Dominicis, presidente della Provincia, e di Paolo Fornarola, assessore alla Cultura, prenderanno la parola docenti e ricercatori che affronteranno i diversi argomenti utili a ricostruire le condizioni di vita esistenti 80 anni fa.
Aprirà le relazioni Ilaria Del Biondo, che si occuperà de “La politica pescarese negli anni dell'unificazione” e, a seguire, sarà la volta di Giovanna Millevolte, che verterà su “La vita sociale”, quindi Marcello Benegiamo, “Professioni e mestieri all'epoca della nuova provincia”; Umberto Russo, “Scuole e cultura”; Sara Follacchio, “L'universo femminile”; Anna Carla Valeriano, “Propaganda e vita quotidiana”; Roberto Melchiorre, “La città dei commerci”; Germana Ciarfella, “Lo sport e il tempo libero”; Maria Grazia Rossi, “Urbanistica e architettura di una città in costruzione”; e Stefania De Nardis, “Chiesa e devozione popolare”. L'allestimento, ospitato nell'atrio al piano terra e nello spazio al primo piano del palazzo, invece, sarà visitabile fino al 17 novembre, dal lunedì al sabato, dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30, con ingresso gratuito.

18/10/2007 16.21