XXXI Premio internazionale dell'Emigrazione, ecco tutti i vincitori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2973

PRATOLA PELIGNA. Lo scorso 29 Settembre, presso i locali del teatro di Pratola Peligna, ha avuto luogo la XXXI edizione del premio internazionale dell'Emigrazione articolato nelle sezioni di saggistica, giornalismo, narrativa e poesia, ed il premio denominato "Onore al merito".
Il concorso è stato organizzato dalla associazione culturale "La Voce dell'Emigrante", dal Comune di Pratola Peligna, con la collaborazione della Regione Abruzzo e con il patrocinio della provincia dell'Aquila e dell'ordine dei giornalisti d'Abruzzo.
Per la sezione Saggistica: primo classificato Enzo Papi di Roma, secondo Paola Cecchini di Pesaro, terzo Enrico Pugliese.
Segnalati: Armando Gnisci e Nora Moll di Isernia.
Per la sezione Giornalismo: primo classificato Goffredo Palmerini di Paganica (AQ), secondo Generoso D'Agnese di Pescara, terzo Vittorio Giorgi di Caserta. Segnalati: Maurilio Giangregorio di L'Aquila e Gianna Sallustio di Molfetta.
Per la sezione Narrativa edita in tema di emigrazione: primo classificato Dino Lalli di Assergi (AQ), secondo Igiaba Scego, terzo Carmelo Vaccaro (Ginevra, Svizzera). Premi speciali sono andati a Nicky Di Paolo e Alberto Vascon di Siena.
Per la sezione Narrativa inedita: primo classificato Antonio Pirro di Bari, secondo Clara Terribile di Mosciano S.A. (TE), terzo Gabriella Anna Paola Di Loreto di Raiano (AQ). Segnalata Giuliana Marcozzi di Giulianova.
Per la sezione Poesia edita: primo classificato Benito Sablone di Chieti, secondo Anila Hanxhari di Atessa (CH), terzo Benito Galilea di Roma. Segnalato Umberto Cerio di Larino (CB).
Per la sezione Poesia inedita in tema di emigrazione: primo classificato Giuseppe Tirotto di Castelsardo (SS), secondo Giovanni Caso di Siano (SA), terzo Domenico Luiso di Bitonto (BA). Segnalata:
Ines Desideri di Lanciano.

A completamento del palinsesto si è proceduto anche alla consegna dei riconoscimenti "Onore al merito" consistente nella premiazione degli emigranti italiani che si sono particolarmente distinti per i più vari meriti, in terra di adozione, conferendo lustro al nostro Paese.
Quest'anno sono stati premiati: Nicola Perone, originario di Pianella (PE), docente di Clinica ostetrica e ginecologica all'Università di Huston in Texas (Usa), con la seguente motivazione:
«per aver onorato l'Italia e l'Abruzzo con la ricerca scientifica medica e tecnologica»; Antonio Peragine (Bitetto, Bari) «per incarichi pubblici di prestigio e per il contributo alla soluzione dei problemi dell'emigrazione»; Filippo Scassa, originario di Roio (AQ), residente a St. Filarie - Quebec, Canada «per aver onorato il lavoro italiano all'estero attraverso iniziative sociali e filantropiche».


03/10/2007 9.28