Premio di letteratura "Parco Majella": i finalisti della decima edizione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3489

PESCARA. Reso noto ieri mattina in Provincia l’elenco dei finalisti delle sei sezioni della decima edizione del premio nazionale di letteratura naturalistica “Parco Majella”. Il concorso “per scrittori dalla penna verde”, è stato organizzato anche quest’anno dalla Pro loco e dal Comune di Abbateggio che fanno riferimento, rispettivamente, a Pepino Cafarelli e al sindaco Antonio Di Marco, che è anche il presidente della manifestazione, mentre la direzione artistica è affidata a Carlo Spatola Mayo.
Tra questi nominativi, nella serata di gala di sabato 21 luglio, alle 20, nella piazza Madonna del Carmine del centro alle pendici della “Montagna madre” degli abruzzesi, saranno proclamati e premiati i vincitori.
Le opere sono state selezionate dalla giuria presieduta da Luciano D'Alfonso e composta da Isabella Botti, Sandro Ciavarelli, Maria Grazia Del Fuoco, Giovanni Di Iacovo, Enza Di Marco, Giulio Lucchetta, Sergio Mantovani, Edoardo Micati, Massimo Pellegrini, Marco Presutti, Sandro Santilli, Francesco Stoppa. Per la narrativa edita: Alessandro Munari, “A nord e a sud del sentiero” (editore Maremmi); Marco Volpatto, “Il lupo degli uomini” (Maremmi); Raffaello Cantieri, “Il ponte sugli oceani” (Cierre); Giovanni D'Alessandro, “La puttana del tedesco” (Rizzoli); Andrea Di Consoli “Il padre degli animali” (Rizzoli); Micheline Henzè Bacco “I racconti del seccatoio” (Era nuova); Bruno Pittarello, “Le pietre del Vajont” (Cierre). Per la saggistica: Mauro Soccio, “Guardo la mia terra”, (Ferrara); Giulio Jelardi, “Viaggio nell'Italia dei parchi”, (Ets); Giacomo Pedersoli, “Il disastro di Gleno” (Cierre); Armando Montanari, “Nuovi scenari turistici per le aree montane”, (Trentini); Simone D'Alessandro e Franco D'Eusanio, “Vinosophia vinofollia”, (Carsa); Marco Aime, “Gli specchi di Gulliver” (Bollati Boringhieri). Per il giornalistimo: Enrico Gurioli e Giorgio Mesturini, “Portofino, arco di luna” (Aqua numero 221 luglio 2006); Zenone Della Valle, “Stile libero”, Aqua, numero 221, 2006; Marco Ferrari e Ingo Arnat, “Serpenti o foglie? Benvenuti al carnevale dei bruchi”, Geo, numero 16, 2007; Francesco Petretti e Leandro Stanziani, “L'elefante, il declino di un gigante”, Oasis, numero 169, 2007; Isabella Brega, “Le rocce della fede”, Qui Touring, aprile 2007. Per la narrativa inedita: Antonio Perrotta, “La fuga”; Vittorio Pomante, “Il richiamo del mare e le sue poesie”; Andrea Ciampaglia, Don Pasquale e Belzebù; Flavio Casella, All'ombra delle tre sorelle; Daniele Kihlgren, Autobiografia, tormento e travaglio del giovane Kihlgren. Per la poesia edita ed inedita: Augusto Pivanti, “Nostalgia d'alberi”, Lietocolle; Francesco Agresti, “Itaca l'isola impossibile”, Lietocolle; Daniela Quieti, “I colori del parco”; Benito Sablone, “Ciò che non accade”, Tracce; Chezia Pietrangelo, Altrove...e in mille altri dove. Per la sezione ragazzi, che verrà assegnata domenica 22, alle 11, sempre ad Abbateggio: Luigi Cafarelli, Poesie; Valerio Cafarelli, La Maiella e la sua natura; Istituto comprensivo di scafa, Poesie, Michele Catinari, Piccoli fiori. Come in passato, saranno tre le giornate in cui sarà articolato il premio. Quella clou sarà domenica prossima, con la cerimonia serale condotta dalla giornalista Laura Di Russo e accompagnata dalle musiche del Trio Lehar e dalla voce dell'attrice Alessia Patrignani che leggerà dei brani delle opere premiate. Venerdì 20, al rifugio Bruno Pomilio a Rapino, e domenica 22, alla cantina di Marcello Zaccagnini, a Bolognano, sono in programma incontri culturali, dibattiti sull'ambiente e degustazioni enogastronomiche.
16/07/2007