Per ringraziare Don Giussani, tre giorni di festa a Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1621

VASTO. Il 29, 30 giugno e 1 luglio a Palazzo D'Avalos gli appuntamenti per ricordare l'arrivo nel 1977 del movimento di don Giussani in città e in tutto il Vastese.
Così Comunione e Liberazione vuole ricordare l'importante presenza sul territorio. Si parte venerdì 29 giugno alle 21 con la proiezione della mostra fotografica che rivive i tre decenni del movimento nel Vastese, seguita dall'esibizione del coro regionale di Cl. Il giorno dopo, sabato 30 giugno, alle 19 ci sarà la presentazione del volume "Don Giussani. Vita di un amico": l'autore, Renato Farina, dialogherà con il giornalista Piergiorgio Greco. In serata, risate e divertimento con Paolo Cevoli e Claudia Penoni, direttamente da Zelig. Domenica 1 luglio alle 19 don Alfredo Fecondo, sacerdote della Fraternità di San Carlo Borromeo, nato e cresciuto a Pollutri, celebrerà la santa messa; a seguire, alle 21, il sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, dialogherà con Aldo Brandirali, consigliere del Comune di Milano, sul tema "Che giova all'uomo guadagnare il mondo intero se poi perde se stesso?", moderati dall'insegnante Angelo Lucio Rossi. Il tutto si concluderà con una grande festa finale.
Nell'arco dei tre giorni sarà anche visitabile la mostra "Budapest
1956: una battaglia per la libertà", a cura dei ragazzi di Gioventù Studentesca.

27/06/2007 9.07