Pescara. L’Ottocento abruzzese in mostra a Villa Urania

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2357

PESCARA – Delicatezza, giochi di luce, passione e la quotidianità di un Abruzzo di fine Ottocento sono gli 'ingredienti' di un'aristocratica e preziosa esposizione pubblica, allestita nel raccolto ma prestigioso spazio di Villa Urania, sede del Museo delle Antiche Maioliche di Castelli. 'Opere dell'Ottocento Abruzzese' è, infatti, il titolo della mostra in questione, la quale sarà inaugurata il prossimo 23 giugno, alle ore 17.00, e che resterà aperta al pubblico fino al 23 settembre dalle 17 alle 21, dal martedì alla domenica.
Francesco Paolo Michetti, i fratelli Palizzi, Pasquale Celommi, Basilio Cascella, Teofilo Patini, Tito Pellicciotti e Gabriele Smargiassi sono i protagonisti di questa unica ed imperdibile esposizione; le circa 30 opere, raccolte con 'fatica' dal curatore dell'evento Marco Bertoli, infatti, compaiono per la prima volta in una mostra aperta al pubblico, perché tutte provenienti da collezioni private.
Un'occasione d'oro per gli abruzzesi e non solo, i quali potranno riscoprire alcuni grandi protagonisti dell'arte italiana che hanno portato in alto il nome dell'Abruzzo.
Opere custodite gelosamente da privati e che si mostrano nel loro
massimo splendore accanto alla sceltissima collezione delle ceramiche
di Castelli di proprietà della 'Fondazione Paparella Treccia e Devlet'.
La presentazione della mostra alla stampa è avvenuta ieri mattina nel
nuovo spazio realizzato nel giardino di Villa Urania; gazebo attrezzato
che ospiterà una serie di eventi culturali che accompagneranno la calda
estate pescarese.
Sono previsti un festival musicale e diversi incontri
tematici corredati da un servizio che farà piacere soprattutto al
palato; un bar – caffetteria, inserito nella struttura, renderà,
infatti, più gradevole i vari eventi.
«Si vuole trasformare questo museo – ha dichiarato l'Assessore alla Cultura del Comune di Pescara, Adelchi De Collibus – in uno dei punti nodali del sistema museale cittadino; Villa Urania entrerà a far parte, con questo appuntamento e con quelli previsti in futuro, di quel parterre di strutture dedicate all'arte presenti in città come il Museo Cascella, il Museo delle Genti e il Vittoria Colonna».
«Il nostro obiettivo – ha affermato il Direttore di Villa Urania, Vincenzo De Pompeis – è quello di offrire una proposta culturale a due passi dal centro commerciale naturale della città; molti sono gli abruzzesi che non conoscono la nostra collezione permanente e, questo appuntamento, avvicinerà un pubblico che si troverà a visitare un doppia mostra».
«E' un regalo straordinario per la città – ha proseguito De Collibus – ed è anche un modo per riconfermare il grande ruolo, che Vasto, ha avuto nell'arte; gran parte degli artisti, infatti, sono originari ed hanno operato in questo meraviglioso centro».
La mostra è corredata di catalogo e l'ingresso è di 5 euro.
Ivan D'Alberto
22/06/2007 8.48