Giulianova, Comune e Legambiente insieme per una città sostenibile

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1574

GIULIANOVA. Semaforo di piazza Buozzi, messa in sicurezza di via Nievo e Bandiere Blu.

Questi gli argomenti oggetto dell'incontro tra il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore alla Mobilità sostenibile Archimede Forcellese e Francesca Morgante e Alessandro Tursi, rispettivamente presidente e vice del circolo di Legambiente di Giulianova. «Abbiamo deciso, ultimata la sperimentazione, di posizionare un “semaforo intelligente”– dichiarano sindaco e assessore – che, grazie ad opportuni sensori di cui sarà dotato, dovrebbe evitare code di fronte alla scuola De Amicis e quindi le conseguenti alte concentrazioni di gas nocivi per la salute dei nostri ragazzi. Non un passo indietro, quindi, bensì una soluzione alternativa la cui efficacia sarà misurata mediante centraline per monitorare la qualità dell'aria».

Circa la situazione di via Nievo, Mastromauro e Forcellese reputano necessario la sua messa in sicurezza a causa dell'elevata densità di traffico con la creazione di percorsi ciclo-pedonali. «Si garantirebbe così ai residenti della zona e soprattutto agli scolari della “Bindi” e della “Don Milani” - dicono Mastromauro e Forcellese - le migliori condizioni di sicurezza possibili. La Giunta tutta, a tal riguardo, ha appena dato il via libera all’intervento che sarà realizzato entro poche settimane, ma non prima di averlo condiviso con i residenti».

Francesca Morgante e Alassandro Tursi sono aperti ad ogni soluzione. «L'unico punto non negoziabile – precisano - è garantire il diritto alla salute dei cittadini e in special modo dei più piccoli. Relativamente a via Nievo, Legambiente e gli alunni della Don Milani attendono con impazienza l'intervento di messa in sicurezza per poter riavviare l'esperienza del Bicibus, sperimentata lo scorso maggio e che ora va attuata in maniera permanente e strutturale. Il Bicibus permetterà di ridurre notevolmente le concentrazioni di inquinanti all'ingresso e all'uscita del maggiore polo scolastico cittadino, oltre ad avere una fondamentale funzione di educazione ambientale verso i bimbi e i loro genitori».

«Ma il messaggio principale per la cittadinanza tutta – concludono Morgante e Tursi – è che per ottenere la Bandiere Blu e le Vele non bastano il mare, il sole e il paesaggio dal momento che si tratta di un riconoscimento che premia le buone pratiche di sostenibilità avanzata. Pertanto abbiamo in progetto molte altre iniziative: dall'attuale campagna di raccolta firme per la pedonalizzazione di via Sauro, in collaborazione con Italia Nostra e altre sigle, a servizi innovativi per la mobilità. Sono tutte tessere di un disegno di futuro, in parte già realizzato dalla Giunta Mastromauro, che potrà portare la nostra città ad alti livelli di qualità della vita e a primeggiare come località turistica di eccellenza».

10/10/2011 13.32