Fotocopie testi universitari, torna la stagione calda e scatta la prima denuncia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3954

CHIETI. Questo è il momento più ''caldo'' per alcune fotocopisterie che si trovano nei pressi delle università e come ogni anno scattano i controlli a tappeto.

CHIETI. Questo è il momento più ''caldo'' per alcune fotocopisterie che si trovano nei pressi delle università e come ogni anno scattano i controlli a tappeto.

Le facoltà teatine stanno iniziando i nuovi corsi e per gli studenti è ora di procurarsi i libri di testo. Chi vuole risparmiare sceglie di non acquistare il libro originale e quando non riesce a recuperare un testo usato si affida alle fotocopie. Ma proprio in questi giorni la finanza di Chieti è partita con una indagine a vasto raggio che ha fatto già una prima vittima.

Si tratta del titolare di una fotocopisteria nei pressi del polo universitario teatino (non viene fornito il nome) che ieri ha subito il controllo delle Fiamme Gialle. Nel negozio, dopo una accurata verifica, sono saltati fuori 4 libri fotocopiati in violazione della legge sul diritto d'autore. E' scattato il sequestro del materiale cartaceo ma anche di un pc che nelle prossime ore verrà analizzato. Al suo interno, infatti, è stato ritrovato materiale ritenuto interessante, ovvero un paio di file riproducenti i libri di testo. La tecnologia ha fatto passi in avanti anche nel settore delle fotocopie e così a volte gli studenti evitano la copia cartacea ma si portano via, in un comodo e legerrissimo cd o su una chiavetta usb centinaia di pagine.

Ma se da una parte si salvaguardia l'ambiente e non si spreca carta, dall'altra c'è sempre la violazione del diritto d'autore.

Il responsabile della fotocopisteria è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Chieti e rischia la reclusione da uno a quattro anni ed una multa da 2.582,28 euro a 15.493,71. La normativa sul "Diritto d'Autore" prevede la possibilità di fotocopiare opere dell'ingegno, esclusivamente per uso personale, non oltre il 15% delle pagine di ciascuna pubblicazione.

I controlli delle Fiamme Gialle continueranno anche nei prossimi giorni.

a.l.   05/10/2011 11.14