Coniugi arrestati sull'A24 con un chilo di eroina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1411

PESCARA. Un chilo di droga e scattano le manette per due coniugi.

Nel tardo pomeriggio di ieri, a seguito di un’operazione antidroga condotta dalla sezione Narcotici della Squadra Mobile di Pescara con la collaborazione della sottosezione di Polizia Stradale di Vasto Sud, sono stati tratti in arresto i coniugi Pietro Grilletto di Nola e la moglie Maria, di Roccasecca, provincia di Frosinone.

I due devono rispondere di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. La coppia, è stata fermata presso l’area di servizio Alento Nord dell’autostrada A24 a bordo di una Fiat Marea proveniente dalla provincia di Foggia.

Mentre i due venivano accompagnati presso gli uffici della polizia per un più accurato controllo, la donna ha tentato invano di occultare sotto il sedile dell’auto di servizio della Polizia Stradale due pacchetti che teneva nascosti sotto la gonna.

Successivamente si è accertato che entrambi gli involucri contenevano eroina per un peso complessivo di 1 chilo.

L’arresto dei due coniugi fa seguito a quello di Virgilio Tidu, il panettiere preso a Ventimiglia lo scorso 9 giugno dalla Squadra Mobile di Pescara con chilo di cocaina purissima mentre attraversava il confine italo-francese.

Anche l’importante operazione di ieri, dunque, si inserisce nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Procura di Pescara e coordinata dal pm Gennaro Varone su un consistente traffico di droga proveniente dalla Spagna e dalla Puglia.

In merito sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi per identificare l’esatta provenienza e la destinazione dello stupefacente sequestrato, anche se, per quanto accertato finora, il carico intercettato, del valore di oltre sessantamila euro, era destinato a raggiungere la città di Pescara.

28/06/2011 14.09