Droga, arrestato operaio comunale a Lanciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2525

LANCIANO. Si sono aperte le porte del carcere per un operaio comunale di 30 anni.*STRAGI DEL SABATO SERA: CONTROLLI A TAPPETO A L'AQUILA E TERAMO

Nella serata di sabato, durante un normale controllo alla circolazione stradale, i militari del Nucleo Radiomobile hanno fermato nei pressi di via Don Minzoni a bordo della sua Peugeot 206, S.R., classe 81, di Lanciano, impiegato come operaio comunale.

Da subito, il giovane è apparso alquanto agitato, al punto da insospettire i militari che, dunque, hanno deciso di procedere alla perquisizione.

Così, all'interno della tasca di una tracolla, i carabinieri hanno rinvenuto ben 7 involucri di plastica, contenenti ciascuno circa mezzo grammo di cocaina, per un peso complessivo di 3,5 grammi.

La perquisizione, successivamente estesa all'abitazione del giovane, ha consentito, poi, di dare ulteriore riscontro all'attività di spaccio, rinvenendo un ulteriore quantitativo di cocaina, per un ammontare complessivo di circa 40 grammi, oltre a 20 grammi di sostanza da taglio, un bilancino elettronico di precisione, nonché numerosi ritagli di busta in cellophane per il confezionamento delle dosi.

Il tutto era stato ben nascosto ad arte ell'interno del vano cartucce di una stampante per pc.

Per S.R. si sono aperte le porte di Villa Stanazzo, mentre la sostanza stupefacente, quella da taglio ed il bilancino di precisione sono stati posti sotto sequestro, così come disposto dal pm di turno Ruggiero Dicuonzo.

27/06/2011 7.56

[pagebreak]

STRAGI DEL SABATO SERA: CONTROLLI A TAPPETO A L'AQUILA E TERAMO

L'AQUILA. I Carabinieri della Compagnia di L’Aquila anche sabato scorso hanno sottoposto il territorio del capoluogo e dei comuni limitrofi, soprattutto in quelle aree e lungo quelle arterie viarie maggiormente interessate dalla frequentazione di giovani e dalla presenza di locali pubblici, ad un capillare controllo per prevenire le “stragi del sabato sera”.

Grazie anche all’utilizzo delle moderne apparecchiature in dotazione (“alcoblow” e “etilometro), sono stati circa un centinaio gli automobilisti controllati, in maggior parte giovani di ritorno da locali pubblici, e diverse decine le infrazioni al codice della strada contestate. In particolare: in tre casi è scattata la denuncia penale, anche con il ritiro della patente di guida ai fini della successiva sospensione, per il superamento del tasso alcolemico, a carico di O.L., 23enne, A.D., 77enne e S.I.C., 26 enne. Per tutti è scattato anche il fermo amministrativo del veicolo.

Durante il controllo, inoltre, è risultato che S.I.C., residente in Provincia, era anche gravato da un provvedimento di foglio di via obbligatorio per anni 3 che gli vietava di entrare nel Comune di L’Aquila. A suo carico e’ scattata, pertanto, anche la denuncia in stato di libertà per l’inottemperanza al citato provvedimento.

A Teramo, invece, la polizia ha effettuato 20 controlli a veicoli, 38 le persone controllate con precursori ed etilometro, 5 conducenti trovati alla guida sotto l’effetto di alcool, dei quali 4 denunciati all’Autorità Giudiziaria per tasso alcolemico superiore a 0,80 m/l.

Un conducente è stato trovato alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; 1 veicolo è stato sequestrato. Sono state elevate 11 contravvezioni; 9 i documenti ritirati, di cui 6 patenti di guida ed 3 carte di circolazione; 80 punti decurtati.

27/06/2011 8.08