CANDIDATI CANI

Elezioni Alba Adriatica, c’è pure la lista dei candidati cani

Il Comune ha rifiutato l’affissione

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

303

Elezioni Alba Adriatica, c’è pure la lista dei candidati cani


ALBA ADRIATICA. E’ nata una finta lista civica degli amici a quattro zampe denominata “Lista nr 101”.

Ad Alba Adriatica si vota alle prossime Amministrative del 10 giugno e gli animalisti, ecologisti ed ambientalisti vogliono stimolare così il dibattito politico, per concentrare l’attenzione sul mondo degli animali d’affezione, cani e gatti, «sempre trascurati e bistrattati dalle amministrazioni Albensi e dalla classe politica tutta».

L’idea è nata da una storica fondatrice del canile, Sandra Ciabattoni, che vuole così sensibilizzare l’attenzione dei quattro candidati sindaci sui

cani e gatti del paese, che, secondo la stessa « vivono una vita molto limitata e resa difficile da mille ostacoli».

Secondo l’esponente del mondo animalista, « i cani non hanno un loro spazio comunale pubblico dove correre liberi accompagnati dai loro padroni, non vengono accettati in quasi la totalità degli alberghi e degli

stabilimenti balneari, vivono segregati negli appartamenti in quanto sedicenti amministratori di condominio, violando apertamente le Leggi, non cambiano il regolamento condominiale, non hanno una

loro spiaggia».

Sandra Ciabattoni, appoggiata in questa iniziativa dalle associazioni

ambientaliste della Task Force Ambientale, che hanno fatto propria questa battaglia, lamenta il fatto che i padroni degli animali, pur raccogliendo con senso civico le deiezioni, sono costretti a riportarsele a casa non

essendo presenti nel territorio del Comune cestini per rifiuti del genere. Inoltre manca un’anagrafe canina e di controlli per l’obbligo del microchip, violando così le Vigenti Disposizioni di Legge.

La “ Lista Civica Amici a quattro zampe “ sarà presentata a breve alla cittadinanza, un manifesto a colori con le foto dei 16 candidati , cani e gatti, più il finto sindaco, un pettoruto e possente cane bianco di nome “Massimo ”.

Il manifesto sarà affisso in alcuni spazi privati, in quanto il Comune di Alba Adriatica si è rifiutato di apporre il timbro sui manifesti per l’affissione non accettando il versamento del dovuto tributo. L’intenzione del nascituro movimento civico è quella di organizzare un’assemblea pubblica, alla quale saranno invitati i quattro candidati a sindaco, per conoscere le loro idee e i futuri programmi destinati alla classe degli “amici fedeli”.