DROGA

Carabinieri Montesilvano: ancora arresti per spaccio nella pineta di Santa Filomena

Fermati e condannati due extracomunitari

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

188

Carabinieri Montesilvano: ancora arresti per spaccio nella pineta di Santa Filomena

 

MONTESILVANO. Ieri pomeriggio al termine di due giorni di attenta vigilanza ed osservazione della pineta di Santa Filomena, tra via Aldo Moro e via L’Aquila,  i Carabinieri della Compagnia di Montesilvano hanno arrestato in flagranza due cittadini di origini nord africane per spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di Chkie Koumar del Senegal e Ebrima Conteh del gambia. Il primo, clandestino, irregolare sul territorio nazionale, titolare di plurimi precedenti specifici, arrestato per droga anche di recente, il 5 Aprile scorso oltre che titolare di innumerevole decreti di espulsione del Questore mai eseguiti. Il secondo è invece titolare di regolare permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Pescara ed è incensurato.

Nel corso dei ripetuti servizi di osservazioni disposti due giorni consecutivamente, i Carabinieri hanno notato le innumerevoli cessioni effettuate dai due spacciatori ai vari assuntori che hanno confermato di aver comprato stupefacente al prezzo variabile dai cinque ai venti euro per dose.

Gli acquirenti sono tutti dell’area pescarese e di età variabile.

Ieri pomeriggio inoltre nel corso delle perquisizioni personali a carico dei due spacciatori negli indumenti del Koumar sono stati trovati circa 21 grammi di hashish e negli indumenti di Conteh banconote di piccolo taglio del valore complessivo pari a cento euro.

Entrambi sono stati indicati indifferentemente dagli assuntori quali venditori dello stupefacente.

Su disposizione del pm  Mantini gli arrestati hanno trascorso la notte nelle camere di sicurezza dell’Arma, questa mattina gli arresti sono stati entrambi convalidati ed il giudice  D’Arcangelo ha comminato la pena, per entrambi, a cinque mesi ed ottocento euro di multa. Entrambi liberi e per il clandestino è stato concesso il nulla osta all’espulsione per cui gli verrà notificato anche un nuovo decreto di espulsione.  

«Anche questi arresti indicano la massima considerazione del Comando Compagnia di Montesilvano per il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti ad opera di immigrati all’interno della pineta», commentano i carabinieri. «Dall’inizio dell’anno  si registrano in quell’area innumerevoli operazioni con arresti in flagranza. L’attenzione sul fenomeno resta altissima».