IL FATTO

Cadavere di donna ritrovato sulla spiaggia di Termoli: è della donna scomparsa in Abruzzo

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4605

Cadavere di donna ritrovato sulla spiaggia di Termoli: è della donna scomparsa in Abruzzo

 

 

TERMOLI. Il cadavere di una donna è stato scoperto nel pomeriggio sulla battigia, a Termoli.

Il corpo, completamente vestito ma con gli indumenti bagnati e con al collo una catena con un pendente, era riverso sulla sabbia. L'allarme è stato dato da una persona che stava passeggiando lungo la spiaggia.

 

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 Molise, gli agenti del Commissariato di Termoli e gli ufficiali della Capitaneria di Porto.

Il ritrovamento è avvenuto all'altezza del lido «La Lampara». Giunto anche il medico legale.

 

 

 

Per il momento quel corpo non ha un nome ma gli investigatori stanno cercando di capire se non possa corrispondere ad una delle persone scomparse.

Tra le ipotesi al vaglio c’è anche quella della donna di Bolognano scomparsa il 9 febbraio, Annamaria Tabellione.

 

Secondo quanto riportato da Primonumero.it a far pensare ad Annamaria ci sarebbero i  vestiti zuppi d’acqua che sono stati ispezionati: un giubbotto, dei pantaloni scuri, degli stivaletti col tacco.

 

Da una prima ispezione effettuata sul cadavere dalla polizia scientifica, giunta sul posto appena dopo la Capitaneria di porto e il 118, pare non siano state riscontrate ferite, né da arma da taglio, né da sparo. Il corpo non era in avanzato stato di decomposizione ma quasi totalmente integro.

 

Per ora si tratta solo di ipotesi investigative non ancora confermate ma al vaglio dunque la cautela è d’obbligo.

 

Le verifiche sul posto da parte della Scientifica sono andate avanti per diverso tempo fino al tramonto.

 

 

PM: «SOLO ALCUNE COINCIDENZE»

Ci sono delle coincidenze tra il cadavere della donna rinvenuto sulla spiaggia di Termoli con la donna scomparsa vicino Pescara la scorsa settimana.

Lo conferma il Procuratore di Larino (Campobasso), Antonio La Rana all'Ansa. «Coincidenze sull'altezza, alcuni connotati fisici ma non c'è ancora certezza che si tratti della donna abruzzese almeno fino a quando non ci sarà il riconoscimento da parte dei parenti» ha spiegato il capo degli inquirenti frentani.

Non troverebbe rispondenza, invece, secondo il pm, l'abbigliamento della donna scomparsa con quella trovata sulla battigia di Termoli.

I familiari di Annamaria Tabellione sono in viaggio verso Termoli e al loro arrivo, in serata, dovranno effettuare l'eventuale riconoscimento.

Non si esclude, inoltre, che il corpo possa essere arrivato via mare sulla spiaggia nord di Termoli dall'Abruzzo.

«In tre giorni potrebbe essere possibile, dipende dalle correnti marine - ha precisato il Procuratore di Larino -. Tre giorni non sono pochi».

«Sulle cause della morte - ha aggiunto - al momento non si può dire nulla, è troppo presto. Qualcosa si potrà sapere nei prossimi giorni» ha concluso.



 

E’ ANNAMARIA TABELLIONE

È arrivata in serata la conferma ufficiale sull'identità della donna ritrovata cadavere sulla spiaggia di Termoli.

È di Annamaria Tabellione, come si temeva fin dall’inizio.

Il riconoscimento è avvenuto intorno alle 21 da parte dei parenti della vittima nell'obitorio del San Timoteo alla presenza degli agenti del Commissariato.

Terminata la ricognizione cadaverica, è stata disposta l'autopsia per stabilire le cause del decesso.

I familiari della donna sono stati poi sentiti negli uffici della Polizia dal dirigente del Commissariato Vincenzo Sullo, impegnato a ricostruire l'accaduto, in particolare le ultime ore di vita di Annamaria Tabellione prima della