AMBIENTE

Progetto Neptune, un corso per formare esperti di emergenze marine

Percorso dedicato a volontari e personale amministrativo locale

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

89

Progetto Neptune, un corso per formare esperti di emergenze marine


ABRUZZO.  È stata presentata, ieri mattina, a Pescara, nella sala riunioni della Capitaneria di porto, la seconda edizione del progetto "Neptune", organizzato e promosso dal Dipartimento nazionale di Protezione civile e da Legambiente.

Si tratta di un percorso formativo dedicato a volontari ed al personale amministrativo locale a formare nuclei operativi in grado di intervenire prontamente in caso di inquinamento da idrocarburi lungo le coste.

Ad illustrarne i contenuti sono stati il sottosegretario con delega alla Protezione civile regionale, Mario Mazzocca, il presidente di Legambiente Abruzzo, Giuseppe Di Marco, ed il contrammiraglio del corpo delle Capitanerie di porto, Enrico Moretti.

«L'esigenza - ha spiegato Mazzocca - è quella di dover fronteggiare ipotetiche emergenze in ambiente marino legate, ad esempio, a perdite di petrolio da parte di imbarcazioni o a seguito di perforazioni. Parliamo di un tema di grande attualità - ha proseguito - considerando che l'ambiente marino è parte di un ecosistema che consente di alimentare la vita nel nostro pianeta. Altra questione - ha sottolineato - è quella dei rifiuti spiaggiati conseguenti ad eventi atmosferici di grande rilevanza. Ecco perché ritengo fondamentale - ha concluso - poter formare professionalità diffuse nel volontariato per far fronte a tutte queste emergenze».

Il corso inizierà venerdì 24 e si chiuderà domenica 26 con un'esercitazione in esterna, per testare le procedure operative spiegate nelle elezioni che si terranno nella sede della Capitaneria di Porto di Pescara.

Nel corso degli incontri verrà affrontato il tema degli interventi relativi alla pulizia delle coste in caso di sversamento in mare di prodotti petroliferi e conseguente spiaggiamento dei rifiuti, partendo dalla descrizione delle diverse competenze di tutti i soggetti che operano in caso di emergenza: dal Dipartimento della Protezione Civile alla Capitaneria di porto, agli enti locali.

Ci si soffermerà, inoltre, sui possibili ruoli e compiti per il volontariato in questa delicata tipologia di emergenze, finalizzata alla tutela del mare e dei preziosi ecosistemi costieri.