IL FATTO

Litigio con ferite e droga in condominio: due arresti

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

222

POLIZIA

 

 

TERAMO. C'è probabilmente una questione legata agli stupefacenti all'origine della corrida scoppiata nel pomeriggio di ieri all'interno di un condominio di via della Pace a San Nicolò (Teramo).

Un trentenne di Giulianova, A.Z., a cui il coinquilino negava l'accesso in casa, ha dato in escandescenza prendendo a testate la porta di ingresso e procurandosi ferite al volto e al cranio, mentre qualcun altro residente avvertiva il 113.

I poliziotti della squadra volante, giunti di lì a poco, sono stati aggrediti dal giovane a calci e pugni, e uno di loro ha subito la frattura del setto nasale. Anche due carabinieri di una pattuglia del Radiomobile e altri agenti della squadra mobile, intervenuti di rinforzo ai colleghi, sono stati aggrediti. Non è stato facile bloccare l'energumeno nemmeno facendo ricorso allo spray urticante, ma alla fine è stato neutralizzato e trasferito con un'ambulanza del 118 in ospedale, dove è piantonato perchè in stato di arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Agli arresti domiciliari è finito anche il coinquilino dell''aggressore, M.P. di 41 anni: dalle perquisizione dell'abitazione infatti sono venuti fuori circa 80 grammi di hashish e una pistola ad aria compressa priva di matricola, per cui sono scattate la manette per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Due agenti e un carabiniere hanno riportato ferite e contusioni guaribili tra 30 e 6 giorni.