ALTRO MISTERO

Vitrociset, Crociani smentisce vendita all’abruzzese Di Murro

«Offerta non perfezionata»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

757

Vitrociset, Crociani smentisce vendita all’abruzzese Di Murro

ROMA. Nessuna cessione di Vitrociset ad oggi e' stata perfezionata.

E' quanto fa sapere Camilla Crociani di Borbone, attraverso una nota di Francesco Gianni, avvocato di Gianni Origoni Partners e membro del cda dell'azienda, smentendo dunque la cessione all’abruzzese Tonino Di Murro.

Una cessione che era stata annunciata proprio dall’imprenditore di Avezzano.

«Relativamente alla potenziale cessione di Vitrociset ci sono state varie proposte alla nostra attenzione che si e' deciso non fosse opportuno perfezionare», si legge nella comunicazione a firma Camilla Crociani di Borbone delle Due Sicilie.

Secondo le notizie pubblicate ieri da tutti i principali quotidiani italiani l'intesa avrebbe previsto la cessione da parte di Croce International, di diritto olandese, alla Di Murro il 100% della società Ciset che controlla il 98,5% di Vitrociset (il restante 1,5% è nel portafoglio di Leonardo).

 «In questi ultimi tempi», fa sapere il legale della Crociani, «e' vero che l'interesse relativo all'acquisto di questa azienda di grande prestigio e' stato notevole e per me e' importante che qualunque potenziale acquirente sia un soggetto in grado di far crescere ulteriormente Vitrociset permettendole di affermarsi con sempre maggior successo nei settori altamente tecnologici in cui opera da anni».

«Peraltro eventuali operazioni che abbiano ad oggetto la cessione di Vitrociset sono evidentemente sottoposte alla norma relativa alla golden power e quindi il governo ha naturalmente l'ultima parola relativa all'eventuale cessione di quote della stessa». «Confermiamo che ad oggi non e' stata perfezionata nessuna operazione di cessione di Vitrociset».