LA SENTENZA

Bancarotta Junior Fashion group, condanna 6 anni a Bevilacqua

Il pm aveva chiesto 5 anni

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

410

Un fallimento “sanguisuga” lungo trent'anni per due coniugi di Chieti

CHIETI. Il Tribunale di Chieti ha condannato a sei anni di reclusione Giuseppe Bevilacqua, 53 anni di Chieti, all'epoca dei fatti amministratore delegato della Junior Fashion group srl, accusato di bancarotta fraudolenta e falso in bilancio.

Il pm Giuseppe Falasca aveva chiesto cinque anni.

La Junior Fashion, dichiarata fallita nel 2010 dal Tribunale di Chieti, e che quando era in attività produceva e vendeva abbigliamento per conto terzi, era una controllata della Mariella Burani Fashion group spa.

Le indagini della Guardia di Finanza seguite al fallimento hanno accertato una distrazione pari a 14 milioni e 522 euro, somma non rinvenuta dal curatore fallimentare, somma che derivava dai pagamenti dei vari clienti in seguito ad un contratto di cessione dei crediti ad una banca francese.

 Inoltre nel bilancio della Junior Fashion group, che aveva perdite per 14 milioni di euro, era stata iscritta la somma di 14 milioni e 300 mila euro derivante da quella che, sempre secondo o l'accusa, fu un'operazione fittizia: ovvero la cessione in uso trentennale ad una società con sede a Hong Kong del marchio 'Amulet J' per 14 milioni di euro.

Contratto che non si mai perfezionato con il pagamento del corrispettivo da parte della società di Hong Kong.