OPERE PUBBLICHE

Università: inaugurata nuova casa dello studente di Pescara

65 posti letti per ragazzi fuori sede

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

360

Università: inaugurata nuova casa dello studente di Pescara

 PESCARA.  Inaugurata ieri a Pescara la nuova Casa dello studente di via Benedetto Croce.

La nuova struttura universitaria dispone di 65 posti letto per gli studenti fuori sede.

«Finalmente abbiamo una residenza universitaria pubblica - ha detto l'assessore all'istruzione, Marinella Sclocco - che si trova a pochi metri dall'ateneo, vicino alla mensa degli studenti e al polo culturale ospitato nel palazzo Orlandi. La nuova residenza - osserva l'assessore - costituisce un unicum in Abruzzo».

 I lavori per realizzare la residenza universitaria di via Benedetto Croce iniziarono nel 2003, ma tra contenziosi e rimodulazione progettuali, il cantiere fu sospeso. Solo nel 2012, a seguito di un nuovo finanziamento, l'Adsu Pescara-Chieti, l'Azienda per il diritto agli studi universitari, in collaborazione con l'Ater, decise di riavviare il percorso per la realizzazione della residenza per studenti.

Nel 2015 fu riaperto il cantiere e appaltati lavori per 1.415.000 euro.

«Il polo residenziale universitario di Pescara - ha aggiunto Marinella Sclocco durante la cerimonia - costituisce un esempio di concreta realizzazione del diritto agli studi universitari; un elemento, non secondario, è lo sviluppo della mobilità internazionale e della reciprocità nei rapporti Erasmus tra i nostri studenti e quelli degli atenei europei, che consentirà una adeguata integrazione nella formazione universitaria».

L'Adsu, con specifico bando di concorso per l'offerta di alloggi, per l'anno accademico 2017/2018, ha assegnato sia i 65 posti letto della residenza di Pescara e sia i 200 posti letto in convenzione nel Campus X di Chieti. Per quanto riguarda l'ex Ferrhotel di corso Vittorio Emanuele, l'assessore Marinella Sclocco ha chiarito: «Abbiamo partecipato a un bando del ministero e l'obiettivo - conclude - è realizzare una Casa dello studente ancora più grande, con tutti i servizi, tra cui una biblioteca e una sala convegni».