L'INTERROGATORIO

Montesilvano, omicidio nel pub: Fantauzzi: «non volevo uccidere, il colpo partì accidentalmente»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

282

Omicidio Montesilvano, chiuso pub dove è stato ammazzato Antonio. Killer ancora in fuga

Fantauzzi, il presunto killer in fuga

 

PESCARA. E' durato un'ora l'interrogatorio di Massimo Fantauzzi, 46 anni, accusato dell'omicidio di Antonio Bevilacqua, il 21 enne ucciso con un colpo di fucile al volto la notte del 16 settembre scorso, all'interno di un locale, a Montesilvano.

Fantauzzi, arrestato dopo otto giorni di latitanza, e' rinchiuso in un carcere fuori regione dal 23 settembre scorso. Il 46enne, assistito dall'avvocato Pasquale Provenzano, ha risposto a tutte le domande del pm, Paolo Pompa e ha ribadito quanto gia' dichiarato in precedenza al gip: «Non volevo uccidere Antonio, il colpo e' partito per sbaglio».

Non sono, pero', trapelati altri dettagli su quanto dichiarato da Fantauzzi relativi al movente e al ruolo di Nunzio Mancinelli, che trascorse il pomeriggio e la sera prima dell'omicidio insieme al 46enne.

Fantauzzi davanti al gip aveva coinvolto Mancinelli, sostenendo che avevano deciso insieme di dare una lezione al 21enne e a un amico, a causa di un'offesa.

L'intento, stando sempre alle dichiarazioni rilasciate al gip, era quello di gambizzarli, ma il colpo sarebbe partito accidentalmente. Al momento, non e' emerso se oggi Fantauzzi abbia confermato, modificato o aggiunto ulteriori dettagli rispetto alla versione fornita al giudice per le indagini preliminari.