IL PREMIO

Comune Scontrone premiato per i lavori di decementificazione fiume Sangro

«Una soluzione efficiente e innovativa per la gestione del sistema idrico»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

119

Chiuso il ponte sul fiume Sangro tra Fossacesia e Torino Di Sangro

 

 

 

VICENZA . Arriva da Vicenza, dove è in corso la 34ª Assemblea Nazionale Anci, un prestigioso riconoscimento per Scontrone. Il Comune guidato da Ileana Schipani si è aggiudicato il premio speciale impresa Cresco Award “Città Sostenibili” 2017. Il Premio, promosso da Fondazione Sodalitas e Anci e realizzato con la partecipazione di Ubi Banca e il supporto di Fondazione Italiana Accenture e Gfk, viene assegnato alle pubbliche amministrazioni locali più efficaci nel promuovere lo sviluppo sostenibile dei territori.

 

Nel corso dell’annuale congresso dell’associazione che riunisce i comuni italiani sono stati premiati i comuni vincitori: cinque comuni leader per lo sviluppo sostenibile, un comune per la migliore partnership pubblico-privato e dodici comuni scelti da altrettante aziende partner dell’iniziativa e sensibili ai temi della sostenibilità. I progetti pervenuti sono stati valutati da una commissione composta da esperti indipendenti e componenti di Fondazione Sodalitas sulla base di sei criteri: sviluppo della resilienza, efficacia e impatto sul territorio, coinvolgimento della comunità, misurabilità, innovatività e replicabilità.

 

In particolare, il progetto “Interventi di rinaturalizzazione del fiume Sangro” candidato dal Comune di Scontrone ha vinto il Premio Speciale Impresa “Smart Water Solution”, messo in palio dalla società Metropolitana Milanese. L’azienda milanese, leader nel settore dell’ingegneria, nota per aver costruito l’intera rete metropolitana di Milano e gestore dal 2003 del servizio idrico integrato del capoluogo lombardo, ha premiato Scontrone per aver presentato, si legge nella motivazione, “una soluzione efficiente e innovativa per la gestione del sistema idrico”.

 

Premiati dunque ancora una volta gli interventi di decementificazione lungo il fiume Sangro nel tratto compreso tra Villa Scontrone e Castel di Sangro, riconosciuti dalla MM come “esempio concreto di tutela, valorizzazione e riqualificazione del territorio”. Lo scorso dicembre, per lo stesso progetto, il Comune di Scontrone aveva vinto a Parma il Premio “Comuni Virtuosi”, risultando tra i setti comuni più virtuosi d’Italia in campo ambientale.

 

A ritirare il premio è stata il sindaco di Scontrone Ileana Schipani, che ha espresso grande soddisfazione per il riconoscimento ottenuto: «Questo premio è un riconoscimento speciale perché la considerazione accordataci da un’impresa così importante, da tempo impegnata sul tema delle risorse idriche, conferma che amministrazioni locali e aziende possono combinare in sinergia competenze tecniche, saperi locali, qualità progettuale e investimenti in opere pubbliche e private a vantaggio del buon governo del territorio».

 

È intervenuto anche il presidente di Anci Abruzzo, Luciano Lapenna: «Esprimo soddisfazione per il meritato riconoscimento al lavoro di eccellenza ambientale che il Comune di Scontrone ha messo in campo. Questa esperienza è una buona prassi che deve diventare linea guida per le politiche di risanamento e sui nuovi strumenti di governo delle aste fluviali come i Contratti di Fiume».

 

 

Oltre a Scontrone, tra i vincitori di premi “impresa” spiccano anche il premio “Gestione sostenibile della comunità” al Comune di Tollo e il premio “Sistemi e servizi IoT nelle smart cities” al Comune dell’Aquila, mentre il progetto “Spiaggia per tutti” candidato dal Comune di Fossacesia si è aggiudicato il premio per la migliore partnership pubblico-privato.