IL FATTO

Lanciano, dirigente comunale aggredito durante notifica di sfratto

Il responsabile è stato denunciato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

391

Lanciano, dirigente comunale aggredito durante notifica di sfratto


LANCIANO. Rifiuta di lasciare la casa parcheggio comunale che occupa abusivamente e aggredisce il dirigente dell'Avvocatura del Comune di Lanciano ferendolo al viso con due pugni. Subito dopo tenta di colpirlo con un coltello a serramanico, per fortuna non riuscendo nell'intento. Medicato in ospedale, il legale, Giovanni Carlini ,è stato giudicato dai medici guaribile in 15 giorni per un trauma facciale. L'episodio è verificato oggi poco dopo le 11 nel centro storico di Lanciano. Carlini aveva accompagnato l'ufficiale giudiziario che doveva notificare l'intimazione di sfratto.

Il fatto è stato denunciato alle forze dell'ordine.

«Ci auguriamo che il responsabile della gravissima aggressione venga assicurato in tempi brevi alla giustizia», ha detto il sindaco Mario Pupillo, «quanto accaduto è intollerabile, soprattutto perché segue a distanza di poco più di un anno un'altra gravissima aggressione subita nel giugno 2016 da due dipendenti del Settore Politiche Sociali: questa inaudita violenza che colpisce chi quotidianamente svolge il proprio servizio a favore della comunità è da condannare pubblicamente senza se e senza ma. A nome di tutta la Città e dell'Amministrazione che rappresento, voglio esprimere la totale e sincera solidarietà all'avvocato Carlini, augurandogli una pronta guarigione e ribadendo con chiarezza che siamo e saremo sempre al fianco di chi lavora per il rispetto delle norme e della legalità».