LA DENUNCIA

Trasporto malati Asl Pescara, ambulanze prive di medico a bordo

Numerose segnalazioni giunte a Febbo e Sospiri che ora chiedono spiegazioni alla Regione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

459

AMBULANZA PRONTO SOCCORSO

ABRUZZO. Aprire un indagine interna presso la Asl di Pescara e verificare se è vero che il trasporto dei pazienti attraverso le autoambulanze da presidi sanitari verso altre unità o servizi di consulenza, di diagnosi strumentale, venga effettuato solo dagli autisti con la totale assenza di personale infermieristico e medico e quindi senza un’adeguata assistenza per il trasportato.

Questo l’oggetto di una interrogazione urgente presentata dai consiglieri regionali di Forza Italia Lorenzo Sospiri e Mauro Febbo dove si chiede al presidente D’Alfonso e all’assessore regionale alla Sanità Paolucci di fare delle verifiche immediate presso la Asl di Pescara.

«Infatti – spiegano Sospiri e Febbo – ci sono pervenute numerose segnalazioni da parte di cittadini e pazienti dove, in alcuni casi, si è verificato l’assenza del specifico medico a bordo durante il trasporto su auto medica non garantendo di conseguenza il mantenimento degli standard di cura e assistenza. Se dovessero corrispondere al vero queste segnalazioni è evidente che ci troviamo di fronte ad una vera e propria violazione ed non ottemperanza del Decreto n° 95 del 28 settembre 2015 del Commissario ad acta che regola anche le modalità di trasporto sanitario fra i vari presidi sanitari all’interno della Asl di Pescara».

I due consiglieri a questo punto vogliono sapere quali e quanti trasporti siano stati carenti o assenti di personale sanitario adibito all’assistenza sanitaria e chiedono di prevedere una 2° reperibilità per il personale adeguatamente formato a mantenere un’assistenza sanitaria durate tutti trasferimenti e nel caso di mancanza di personale sanitario indire un bando di concorso, proprio per tale mansione.

«Ovviamente ci aspettiamo che tali verifichi venga estesa anche alle altre Asl della Regione Abruzzo poiché è inconcepibile e molto grave che un autoambulanza lavori senza il personale infermieristico e medico a bordo», insistono Febbo e Sospiri.