IL FATTO

Incendio a Caramanico Terme, Vigili del Fuoco al lavoro

Vento alimenta fiamme e le spinge verso abitazioni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4249

Incendio canadair



CARAMANICO TERME. Vigili del Fuoco impegnati nelle operazioni di spegnimento di un vasto incendio che si è sviluppato a Caramanico Terme, in località Colle della Rena, tra le contrade Scagnano e San Tommaso, al confine con San Valentino in Abruzzo Citeriore (Pescara). Complice il forte vento, le fiamme si stanno propagando rapidamente e il fronte dell'incendio si sta estendendo verso una zona con delle abitazioni. Sul posto stanno operando i Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Pescara. Si attende l'arrivo dell'elicottero. Presente anche il sindaco Simone Angelucci che ha attivato il Centro operativo comunale (Coc) ed è in contatto con la Prefettura per far fronte all'emergenza.


PIU’ EMERGENZE IN ABRUZZO

Sono almeno tre gli incendi di vaste proporzioni, che si sono sviluppati in Abruzzo, e che stanno tenendo impegnati i Vigili del Fuoco di tre province.

Incessanti le operazioni di spegnimento, supportate dai mezzi aerei, tra cui due Canadair. L'incendio più esteso quello che si è sviluppato sul versante di Trasacco (L'Aquila) del monte Labbrone.

Vigili del fuoco impegnati per tutta la giornata e l'intervento è ancora in corso. Sul posto anche un Canadair e un elicottero.

In fiamme un'area di diverse decine di ettari.

Il rogo ha minacciato le abitazioni della zona ma si è riusciti ad evitare che raggiungesse le case. Altro vasto rogo tra Caramanico Terme e San Valentino in Abruzzo Citeriore (Pescara).

In fiamme un'area di circa 60 ettari. Al lavoro numerose squadre dei Vigili del Fuoco di Pescara, dei Distaccamenti di Alanno e Popoli (Pescara), Protezione Civile, Carabinieri e Carabinieri Forestali. Il sindaco, Simone Angelucci, ha attivato il Centro operativo comunale (Coc).


Fiamme anche nel Teramano.

Qui la zona interessata è quella tra Cellino Attanasio, Castellalto e Notaresco, dove i Vigili del Fuoco sono al lavoro da ore. Oltre ai tre fronti principali, diversi i roghi di dimensioni minori che si sono sviluppati su tutto il territorio regionale. Il sottosegretario alla presidenza della Regione Abruzzo con delega alla Protezione Civile, Mario Mazzocca, controlla costantemente l'evolversi delle diverse situazioni.

EMERGENZA FIAMME IN ITALIA
Dal 15 giugno a oggi sono state 391 le richieste di concorso aereo della flotta di Stato giunte dalle Regioni al Centro operativo aereo unificato (Coau) del Dipartimento della Protezione civile, il picco mai raggiunto nello stesso periodo negli ultimi dieci anni. Nel 2007, infatti, precedente anno record, erano state 285 le domande, seguito dal 2012 con 233 richieste giunte dal 15 giugno al 10 luglio. La priorità degli interventi dei mezzi aerei della flotta di Stato sugli incendi in giornate come quella odierna, nelle quali si registrano oltre 40 richieste di supporto da parte delle Regioni, dipende, rileva il Dipartimento, dalla vicinanza al fuoco di infrastrutture e abitazioni. In particolare, oggi, sugli incendi che stanno colpendo Messina, sono intervenuti contemporaneamente fino a un massimo di quattro Canadair dei Vigili del Fuoco e un elicottero della Marina Militare. A Monterotondo, in provincia di Roma, altra situazione complicata per la vicinanza di infrastrutture e abitazioni, hanno lavorato insieme un Canadair e un elicottero della Difesa, mentre a Magliano Romano e Sacrofano stanno intervenendo ancora un Canadair e due elicotteri della Regione Lazio.