IL FATTO

Montesilvano. Rifugiato in attesa di asilo politico arrestato per spaccio

Aveva ceduto dosi a due 13enni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

177

Montesilvano. Controllo interforze in via Ariosto, Maragno: «Tolleranza zero»

MONTESILVANO. Un rifugiato straniero di 25 anni originario del Gambia, P.B., ospite in Italia, è stato arrestato a Montesilvano  dagli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Pescara, in collaborazione con personale della Squadra Volanti, nell'ambito di un'attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti.

Il giovane, incensurato, e titolare di un permesso di soggiorno per richiesta asilo politico e ospitato presso un hotel di Montesilvano, è stato fermato in quanto poco prima aveva venduto due dosi di marijuana a due ragazzi di 13 anni.

Fermato in via Ariosto, in due palazzine già oggetto in passato di alcune operazioni contro lo spaccio di sostanze stupefacenti e il commercio di merce contraffatta, il 25enne, una volta bloccato, è stato trovato in possesso di un involucro contenente un'altra dose della stessa sostanza.

Lo straniero è stato condotto nel carcere di Pescara a disposizione del pm di turno, Rosangela Di Stefano.

I due minori, invece, che hanno dichiarato di aver comperato droga anche in altre occasioni nella medesima zona, sono stati riaffidati alle rispettive famiglie, come disposto dalla Procura per i Minorenni dell'Aquila che è stata interessata del caso.