SANGUE SULLA STRADA

Incidente mortale su A25, ancora gravi le condizioni della bimba ferita

Il fratellino di 7 anni è morto sul colpo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2069

Incidente mortale su A25, ancora gravi le condizioni della bimba ferita

CELANO. Si sono tenuti ieri, nella chiesa di San Ponziano nel quartiere di Talenti, a Roma, i funerali del bambino di 9 anni deceduto a seguito di un incidente stradale sull'A25 lo scorso sabato 15 aprile.

Il piccolo, che ha battuto violentemente la testa, viaggiava sulla Ford Kuga guidata dal padre, quando l'uomo ha perso il controllo della vettura all'altezza di Celano.

La famiglia stava rientrando a Roma. In gravi condizioni anche la sorellina di 7 anni, sbalzata fuori dall'abitacolo e trasferita al Bambino Gesù di Roma con un'emorragia celebrale. Nessuna grave conseguenza invece per il bambino di 11 mesi che viaggiava sul seggiolino.

Solo qualche escoriazione ha riportato la madre, M. R. S., 40 anni, che è stata medicata e dimessa dai medici del Pronto soccorso di Avezzano per assistere la più piccina.

L'ipotesi più accreditata al momento è che il padre, D. L. P. di 42 anni, abbia avuto un malore o un colpo di sonno perdendo il controllo della vettura. Non è esclusa al momento neppure l’ipotesi di un guasto meccanico.

La macchina ha perso stabilità e si è ribaltata una o due volte andando a sbattere prima contro la barriera New Jersey in cemento che separa le corsie dell’autostrada e poi è schizzata sul guardrail al lato opposto, impennandosi e finendo oltre la protezione.

A questo punto, nell’urto, i bambini più grandi che si trovavano sui sedili posteriori sono stati catapultati fuori. Per il piccolo  una caduta fatale che non gli ha lasciato scampo.

Non è stato ancora accertato se i piccoli indossassero le cinture di sicurezza. La più piccola, invece, legata al seggiolino, si è salvata.