IL FATTO

Incendio boschivo a Casacanditella: carabinieri denunciano il responsabile

Imperizia e distrazione nelle pratiche agricole tra le principali cause dei roghi colposi

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

254

Incendio boschivo a Casacanditella: carabinieri denunciano il responsabile

CASACANDITELLA. E' stato individuato dai carabinieri Forestale di Ortona il presunto autore del rogo del 17 marzo scorso in localita' Val di Foro-Cerroni, nel territorio di Casacanditella (Chieti).

Le cause sono legate alla combustione di residui vegetali, come nel caso dell'incendio boschivo colposo che ha colpito, nelle scorse settimane, il territorio ortonese, in localita' Rogatti, per il quale era stata denunciata una donna.

Le fiamme, accese da un pensionato del posto in una zona vicina ad un bosco e sfuggite al controllo dell'uomo a causa del vento, si sono propagate su di un'area di circa 25.000 mq., di cui 2000 mq di bosco. Sul posto sono interventi tempestivamente anche i vigili del fuoco per le operazioni di spegnimento.

I carabinieri Forestale sono risaliti al punto d'innesco dell'incendio.

Il responsabile e' stato denunciato alla Procura della Repubblica di Chieti per incendio boschivo colposo e rischia da uno a cinque anni di reclusione.

La combustione di residui vegetali, pratica agricola molto frequente nella stagione primaverile, rappresenta nel chietino la prima causa di incendi boschivi colposi: il mancato rispetto delle regole e dei divieti previsti dalla normativa in materia, l’imperizia e l’imprudenza nel compiere tali attività, spesso si traducono, oltre che nell’irrogazione di sanzioni ai responsabili, nella distruzione di interi boschi e nel concreto pericolo per l’incolumità della popolazione dei luoghi colpiti.