SCALA IMMOBILE

Scala Mobile Chieti, riparati i danni al motore. Manca il collaudo

Danni dopo le nevicate di inizio gennaio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

990

Scala Mobile Chieti, riparati i danni al motore. Manca il collaudo

CHIETI. I lavori di riparazione al sistema elettrico della Scala mobile che collega il terminal bus al centro di Chieti procedono alacremente, ma numerosi e gravi sono stati i danni riportati dalla struttura che è stata seriamente compromessa dalle abbondanti nevicate di inizio gennaio.

Lo precisa stamane Alfiero Marcotullio, Presidente della Bluparking , la società che gestisce la scala mobile chiusa dai Vigili del Fuoco il 22 gennaio scorso con una nota nella quale si specificava che «a causa della rottura di numerosi pannelli di pexiglass che costituiscono la copertura della scala mobile - per l'esattezza 40 pannelli - e delle delle numerose ed evidenti infiltrazioni di neve e acqua sui gradini che hanno compromesso l'impianto elettrico, la scala è stata chiusa per consentire i necessari lavori di riparazione atti a garantire la sicurezza dell' impianto».

In via precauzionale la Bluparking aveva già interdetto l'utilizzo della scala due giorni prima del sopralluogo dei Vigili poiché da un sopralluogo, erano emerse le problematiche elettriche causate dall'acqua che aveva raggiunto le parti più delicate del motore.

Un danno complessivo di 60.000 euro di cui si è fatta carico la Bluparking tra le mille difficoltà dovute anche al difficile reperimento dei pezzi di ricambio considerato che la scala e' di vecchia generazione.

«Ci siamo attivati tempestivamente: appena è stata ristabilita la viabilità in città - spiega Alfiero Marcotullio - sono iniziati i lavori di riparazione della copertura durati 15 giorni. Abbiamo provveduto alla sostituzione dei 40 pannelli danneggiati e, solo ora che la scala e' di nuovo coperta, possono iniziare i lavori di riparazione delle parti elettriche -che presiedono il movimento della scala- e del motore che consente il funzionamento dell'intero impianto. "Seppur rammaricato per il disagio causato agli utenti a causa della sospensione del servizio - precisa Marcotullio - mi preme ricordare che mi sta a cuore soprattutto garantire la sicurezza ai cittadini che utilizzano la scala mobile. Per questo motivo e in linea con le procedure, non appena saranno conclusi i lavori - che secondo gli esperti di impianti necessitano almeno di una settimana di lavori di riparazione-, richiederò il collaudo dell'USTIF, l'ente che certifica la sicurezza di esercizio dei trasporti a impianti fissi».

«Solo a quel punto - conclude il Presidente della Bluparking - sarò lieto di riconsegnare ai cittadini il servizio della scala mobile in totale sicurezza per continuare a consentire che dal Terminal degli autobus i fruitori abituali - e non- possano di nuovo raggiungere in qualche minuto via Asinio Herio».