VERSO LA NORMALITA'

Emergenza Neve, molte scuole riaprono, nei piccoli centri no

A Pescara tutti a scuola dopo i sopralluoghi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

202

Emergenza Neve, molte scuole riaprono, nei piccoli centri no

ABRUZZO. Quello che non è riuscito a fare l’uomo lo ha fatto il sole di oggi che ha contribuito a riscaldare l’aria e a sciogliere in parte la neve caduta copiosa. Molte strade sono percorribili e rimangono segnate in rosso sulla mappa solo strade periferiche ed alcune principali nelle zone interne e nei piccoli centri.

Eppure in Abruzzo, nelle ultime ore, il grande protagonista è il freddo. Vero e proprio gelo nella provincia dell'Aquila, con il record di -19.4 gradi registrato nella notte a Navelli, a 723 metri di altezza.

A L'Aquila città, 625 metri, stamani, si registravano -12.8 gradi. Freddo polare, secondo le rilevazioni dei sistemi di 'Caput Frigoris', anche ad Avezzano, 770 metri, dove, sempre stamani, la temperatura è scesa fino a 10.3 gradi sotto lo zero.

A Pescasseroli, paesino di montagna a 1.170 metri, il termometro ha raggiunto i -17.1 gradi e a Santo Stefano di Sessanio, 1.220 metri, i -15.8. Sul Monte Genzana, 1.980 metri sul livello del mare, temperatura scesa a -15.7 gradi, nella famosa Rocca Calascio, 1.450 metri, a -11.7 e nella zona del lago di Campotosto, 1.410, a -12.1. Gelo anche sulle montagne del Teramano.

Al rifugio 'Franchetti', sul Gran Sasso, a 2.433 metri di altitudine, il termometro è arrivato a -15.9 gradi e a Prati di Tivo, 1.450 metri, a -10.4 gradi.

A Pescara il 12 gennaio 2017 tutte le scuole saranno aperte. Sindaco Alessandrini e assessore Cuzzi hanno fatto un giro di alcuni plessi non riscontrando criticità.

A Chieti invece tutte le scuole rimarranno chiuse.


Scuole ancora chiuse anche a Vasto, Lanciano (dove si ritornerà venerdì), Orsogna, Fossacesia, Mozzagrogna, Santa Maria Imbaro, Ari