NUOVA EMERGENZA

Nevica di nuovo: disagi a Pescara per chiusura scuole in extremis

Porto e aeroporto bloccati

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6096

Nevica di nuovo: disagi a Pescara per chiusura scuole in extremis

La pista dell'aeroporto



PESCARA. Una forte nevicata ha imbiancato nuovamente la costa abruzzese questa mattina.   Pescara ha registrato fino a 5-8 centimetri di neve che hanno subito creato disagi alla circolazione. Il problema maggiore è per chi deve raggiungere uffici pubblici e scuole. Ieri senza tentennamenti l’amministrazione comunale pescarese aveva firmato  due ordinanze di apertura di nidi, asili e scuole elementari mantenendo chiuse solo gli istituti superiori.

Questa mattina alle 7.35 invece è stato diramato un annuncio scarno di tre righe sulla pagina Facebook che annunciava il dietrofront: chiuse tutte le scuole.

Troppo tardi perchè in molti avevano già cercato conferma delle scuole aperte e si erano messi in viaggio. Pioggia di critiche da parte di molti cittadini sia al post di ieri che annunciava l’apertura delle scuole nonostante una allerta valanghe e allerta neve-gelo sia al post di oggi per il provvedimento non tempestivo.

E’ un ulteriore caso che non mancherà di generare ancora polemiche sulla figura del sindaco Marco Alessandrini, ancora una volta ultimo esecutore di una scelta errata, poco ponderata e prudente.

Stessa situazione ma scuole aperte, invece, a Francavilla dove il sindaco Antonio Luciani sempre attentissimo alle emergenze e alla comunicazione non se l’è sentita di fare retromarcia come il collega pescarese ed ha invitato alla prudenza confermando le scuole aperte. Anche a Francavilla, però, si registrano strade imbiancate e molto scivolose. Alcune impraticabili specie nella zona collinare.

Anche in questo caso forse si poteva decidere meglio.

Intanto con la neve si è capito che l’aeroporto di Pescara non funziona a differenza della maggior parte degli scali mondiali più abituati a certe temperature.

Stamattina la nevicata ha paralizzato nuovamente la pista e bloccato i voli Ryanair per Bergamo e Alitalia per Milano Linate.

Abruzzo più che indifeso anche in zona porto, a Pescara, dove per l’ennesima volta la Capitaneria ha deciso di chiudere lo scalo perchè le piogge ed il fiume in piena hanno trascinato all’imboccatura una pericolosa montagna di sabbia che mette a rischio le imbarcazioni in entrata e uscita.

Risultato: porto bloccato, nuove infinite ed inutili polemiche, richieste di dragaggio immediato, marineria nuovamente beffata e in crisi e così via come sempre…


ORE 10.00. TRASPORTO PUBBLICO DIFFICOLTOSO

la nevicata sta creando disagi su molte strade dell’Abruzzo, il traffico è rallentato quando non completamente bloccato.

Ritardi anche nei trasporti pubblici.

Tua spa informa che la linea Pietracamela-Teramo porta ritardi a causa delle problematiche legate alla viabilità.

Si stanno verificando delle problematiche legate alla viabilità per raggiungere i capolinea di Roccacasale e Introdacqua.

I servizi sono al momento sospesi a Gissi per impraticabilità della strada provinciale di collegamento.

Si stanno verificando delle problematiche legate alla viabilità per raggiungere Abbateggio.

La linea 4 (urbano Pescara) è limitata alla Madonna dei Sette Dolori.

Da Ortona è momentaneamente sospeso il collegamento per Chieti via Tollo.

A Chieti si stanno verificando delle difficoltà di transito sulla  Colonnetta.

Risultano al momento sospesi i collegamenti per Villamagna.

Risultano al momento ridotti i collegamenti Chieti-Crecchio.                      

Al momento la circolazione dei treni TUA/Sangritana risulta regolare

 

ORE 11.20. AEROPORTO APERTO

Secondo quanto riferito dalla Saga la neve ha causato solo ritardi non cancellazione di voli o chiusura dell’aeroporto. In particolare, il volo Ryanair per Bergamo delle 6.30 sarà recuperato alle 14.30. Mentre è poi partito con notevole ritardo il volo Alitalia diretto a Milano - Linate.

Sulla città continua a nevicare abbondantemente e senza sosta.



ORE 12. PESCARA SCUOLE CHIUSE ANCHE DOMANI, IL SINDACO NON RISCHIA PIU’

Il Sindaco Marco Alessandrini ha deciso di non rischiare più e di emettere l'ordinanza che dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di oggi; mentre per domani, mercoledì 11 gennaio, è disposta la sola sospensione delle attività didattiche.

Per domani chiusi anche parchi e cimiteri.

L’11 gennaio in sostanza i dirigenti scolastici dovranno essere comunque presenti per garantire l’apertura dei plessi interessati da controlli e pulizie.

MOSCIANO SANT’ANGELO NIENTE SCUOLABUS

Il Comune di Mosciano Sant’Angelo ha sospeso il trasporto scolastico per l'uscita degli alunni nella giornata di oggi. I genitori dunque dovranno provvedere a riprendere i propri figli al più presto dalle scuole.

Questo in seguito al peggiorare delle condizioni meteo e per il peggiorare delle condizioni della viabilità comunale.

Coloro che risultassero impossibilitati possono segnalare la necessità di trasporto al Centro Operativo Comunale al numero 08580631205

Il trasporto sarà effettuato con mezzi della Protezione Civile e del Comune.

Il personale scolastico garantirà la sorveglianza per il tempo necessario all'uscita di tutti gli alunni.

Stessi problemi anche ad Ancarano.



RUZZO SPA: CONTATORI ROTTI E CALI DI PRESSIONE

Si aggrava la crisi idrica dovuta al gelo ed alle conseguenti rotture di contatori.


Anche oggi stanno arrivando numerosissime chiamate alla Ruzzo Reti spa per la richiesta di sostituzione dei contatori rotti dal gelo; compatibilmente con la disponibilità di personale e contatori di ricambio (anche questo aspetto sta diventando critico per le scorte in via di esaurimento), l’azienda promette che cercherà di rispondere a tutte le chiamate arrivate.

L’impatto più preoccupante, però, riguarda la riduzione delle portate in alcune zone della provincia che già da un paio di giorni soffrono la mancanza di acqua.

A CHIETI GIA’ SPESI 100MILA EURO

Per garantire viabilità, servizi, interventi in somma urgenza il Ocmune di Chieti ha già speso oltre 100mila euro. Lo comunica il sindaco Umberto Di Primio che parla anche di grave emergenza idrica.

Da oggi, inoltre, una squadra di tecnici comunali è all’opera per verificare l’efficienza degli impianti di riscaldamento in tutte le scuole comunali dove saranno avviate le attività di ripulitura della neve dalle aree esterne.


ORE 17.30. PROBLEMI AUTOBUS NEL CHIETINO E TERAMANO

Gli autobus extraurbani di Tua spa risultano in servizio ridotto nell'area di Crecchio e Filetto mentre sono stati sospesi nel Chietino tra Gissi e Altino.

Si registrano ritardi invece sulla tratta Atri-Pineto


ANCORA PROBLEMI IDRICI

Sono 2.000 al momento, secondo le stime dell'Aca, le utenze rimaste senz'acqua. I problemi principali sono dovuti ai contatori ghiacciati: in corso di sostituzione almeno 1.500 unità. Poi ci sono guasti e rotture, difficili da individuare per la presenza della neve. A causa della dispersione idrica l'azienda è stata costretta ad abbassare i livelli dei serbatoi, con il risultato che riduzione di portata e cali di pressione si riscontrano ovunque. Le situazioni più critiche, riferisce il direttore tecnico dell'Aca, Lorenzo Livello, si registrano a Città Sant'Angelo, Penne, Cepagatti (Pescara) e San Giovanni Teatino (Chieti), ma problemi, a macchia di leopardo, ci sono in tutto il territorio di competenza dell'azienda. Numero verde e centralini in tilt, per le numerosissime richieste da parte degli utenti.