NOVITA'

Francavilla, arrivano i comitati di quartiere e la “movida sicura”

Provvedimenti approvati nell’ultimo consiglio comunale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

235

AREA DI RISULTA NOTTE

FRANCAVILLA. Nell’ultimo consiglio comunale sono stati approvati due provvedimenti particolarmente importanti.

Il primo ha riguardato  l’adozione del regolamento comunale per l’istituzione dei comitati di quartiere.  

Esso prevede l’istituzione di nove comitati di quartiere  che non avranno alcun fine di lucro e opereranno al fine di migliorare le zone di riferimento. Ogni comitato dovrà dotarsi di uno statuto nel quale siano indicate le finalità, e lo stesso dialogherà con l’amministrazione rappresentando le esigenze del quartiere.  

Avrà un presidente, un vice, un segretario, un consiglio direttivo, ed un’assemblea.  Durante l’assise il consigliere pentastellato ha proposto alcuni emendamenti al regolamento che la maggioranza ha recepito.

«E’ stato fatto un primo passo per dare attuazione al principio della partecipazione popolare alla vita amministrativa», dice il consigliere comunale Luca Paolucci che ha redatto il regolamento, «in questo modo i cittadini saranno chiamati ad aderire agli istituendi comitati che avranno funzioni propositive e consultive. Ringrazio i consiglieri Mario Gallo, Valeria Spacca e Michele Accettella per la loro preziosa collaborazione nella stesura del regolamento».

Il secondo argomento votato all’unanimità dei presenti  ha riguardato la mozione dei Cinque Stelle  relativa alla possibilità di istituire il Trasporto pubblico extraurbano notturno (TPEN) tra i comuni di Montesilvano, Pescara e Francavilla. A lavorare al documento sono stati il grillino Livio Sarchese ed il consigliere comunale Pd, Mario Gallo. L’obiettivo è quello di predisporre un progetto pilota, denominato Movida Sicura,  che permetta di giungere all’istituzione di un mezzo di trasporto pubblico extraurbano notturno, in grado di collegare la riviera dei tre comuni, almeno nei fine settimana.

«Da diversi anni cercavamo una strada per migliorare il servizio di trasporto urbano per gli orari serali e notturni, per contrastare il fenomeno degli incidenti e dare un’alternativa ai giovani per muoversi in maniera sicura», afferma il consigliere Mario Gallo, «Inoltre, in questo modo, i cittadini potranno recarsi nei vari punti nevralgici come stazioni o aeroporto. Il tutto favorirebbe il turismo, perché il collegamento con il trasporto pubblico anche di notte permette a chi non è della zona di muoversi con facilità. Obiettivo dell’amministrazione è migliorare servizi, per questo abbiamo collaborato con le altre forze politiche.  Fare una buona politica significa collaborare sui temi importanti per la collettività».

Nei prossimi giorni i consiglieri prenderanno contatti con i Comuni e con le istituzioni che potrebbero essere interessate dal servizio.

Si tratta di una prima sperimentazione di collaborazione costruttiva tra la maggioranza ed il consigliere Livio Sarchese del Movimento Cinque Stelle.

Assenti all’assise per la maggioranza il consigliere Massimo Nunziato e per l’opposizione il consigliere Stefano Di Renzo, oltre ai consiglieri di centrodestra Alessandro Mantini e Daniele D’Amario che hanno abbandonato la seduta non votando i due argomenti.