IL CASO

«Andate via subito da qui»: la palazzina inagibile per i Vigili del Fuoco diventerà agibile?

Oggi nuovo sopralluogo, residenti in ansia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1283

«Andate via subito da qui»: la palazzina inagibile per i Vigili del Fuoco diventerà agibile?

 

TERAMO. «Per me qui non è sicuro, voi dovreste andare via subito».

 

Una frase che lascia ben pochi dubbi, raggelante: se la sono sentita dire il 24 novembre scorso gli inquilini del fabbricato di via D'Annunzio al numero 74 dai Vigili del Fuoco.

Continuano le verifiche post sisma a Teramo e i cittadini sono tutt’altro che tranquilli.

Alla fine del controllo, su richiesta diretta degli inquilini se fosse il caso di aspettare una ordinanza prima di fare i bagagli, il responsabile dei vigili del fuoco è stato netto: «rimanete sotto la vostra responsabilità, io ve lo sto dicendo già adesso. Per me qui non è sicuro, dovreste andare via subito».

Insomma, il messaggio sembra chiaro: l’edificio non è sicuro, meglio uscire immediatamente.

Passano quattro giorni, ieri mattina l’inquilina si è recata presso gli uffici comunali preposti, dove le hanno confermato il referto e l'inagibilità, aggiungendo di attendere l'ordinanza firmata dal sindaco.

Insomma una seconda voce che ha confermato che l’immobile non è sicuro e che è meglio uscire.

Ma nel pomeriggio la doccia fredda: alle ore 15:16 l'amministratore del condominio comunica che nella giornata di martedì  si terrà un altro sopralluogo da parte dei tecnici della Protezione Civile perché sarebbero sorti dei dubbi sulla inagibilità.

E adesso l’ansia dei residenti cresce ancora di più.

L’apprensione è stata formalizzato da uno degli inquilini, Domenico Attanasii, che con una pec, ha inviato tutte le informazioni agli enti preposti avvertendoli: «se crolla, aveva ragione l’ingegnere dei vigili del fuoco».  

Come si conciliano le frasi perentorie dei Vigili del fuoco con questa nuova ipotesi? Nel caso in cui la Protezione Civile dovesse veramente dare il via libera alla agibilità, i cittadini potranno fidarsi?

E perché questo secondo responso dovrebbe valere più del primo? Saranno effettuate prove diverse rispetto a quelle di 4 giorni fa?

Sono fatti come questo che generano poi paura e sfiducia verso le istituzioni perchè i cittadini comuni non capiscono in che modo vengano applicati principi fondamentali come la tutela della salute, il principio di precauzione, la trasparenza.   

L’ansia è alle stelle e i residenti vorrebbero almeno una parola definitiva sul grado di sicurezza dell’immobile nel quale vivono.

Intanto ieri le ordinanze di sgombero emesse dal sindaco sono state 7, inerenti edifici siti a Forcella,  Circonvallazione Spalato e alla Cona. Nel quartiere sono state interessate 20 famiglie, mentre a Forcella 4.

Sempre nella giornata di lunedì 10 famiglie hanno optato per l'Autonoma Sistemazione.

Intanto su sollecitazione del sindaco Maurizio Brucchi, prosegue la collaborazione per l'attività di supporto nelle scuole dei volontari della Gadit, Protezione Civile Cives Teramo, Alpini e Protezione Civile Gran Sasso.

L'Ufficio Attivita Sociali, attivo nella sede del Coc presso il Comando di Polizia Municipale in piazzale San Francesco, è aperto tutti i pomeriggi dalle ore 15.00 alle 20.00. Le richieste di sopralluogo pervenute fino ad ora sono 3874.