DOPO IL COLPO

Da Vasto a Foggia: inseguimento folle finisce con l'arresto della banda pugliese

Si sospetta facessero furti su commissione anche di mezzi pesanti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

770

Da Vasto a Foggia: inseguimento folle finisce con l'arresto della banda pugliese

VASTO. Dalla Puglia verso il Vastese ed il Molise per compiere furti su commissione. La loro attività è finita questa notte dopo una fuga di quasi 200 chilometri ed un inseguimento a più mezzi.

La polizia stradale di Vasto Sud ha disarticolato questa notte una banda che probabilmente eseguiva su commissione, furti a bordo di veicoli pesanti parcheggiati nelle aree di servizio per il riposo dei conducenti.

L’operazione si è realizzata intorno alle 4 del mattino nell’Area di Servizio autostradale “Torre Fantine Ovest” dove il personale in servizio aveva individuato fermo un autocarro carico di nocciole fresche sgusciate destinate ad un opificio di Foggia. Si è pazientemente atteso che la banda entrasse in azione predisponendo nel frattempo un posto di blocco qualche chilometro più avanti, dove è stato possibile intercettare i veicoli con i conducenti che stavano abbandonando il luogo del furto senza avere avuto alcun sospetto circa la presenza del personale in servizio.

Le pattuglie in servizio hanno potuto bloccare in sequenza ben quattro veicoli di cui tre carichi di ben 93 quintali di prodotto per un valore superiore agli 80.000 dollari americani. La sequenza degli interventi si è sviluppata secondo modalità consuete per tali operazioni, con i conducenti dei veicoli in fuga che pongono in essere manovre elusive incluso lo speronamento dei veicoli di servizio le cui fiancate sono state  danneggiate.

Tutti gli interventi si sono realizzati sulla statale 16 Adriatica tra Termoli e S. Paolo Civitate (Fg): un primo veicolo è stato fermato all’altezza di Lesina. L’autista, dopo aver invertito la direzione di marcia del veicolo nel tentativo di provocare un incidente con la pattuglia, ha perso il controllo del medesimo finendo fuori strada e riuscendo tuttavia a far perdere le proprie tracce.

Analoga situazione si è verificata poco dopo a San Paolo Civitate dove il malvivente tallonato dalla polizia ha fatto uscire fuori strada il mezzo per poi allontanarsi nelle campagne.

Infine un ultimo furgone, dopo un lungo ed estenuante inseguimento, è stato bloccato alle porte di Foggia ed il conducente è stato tratto in arresto.

Si tratta di V. V., classe 1975, di San Severo (Fg), alla guida di un autocarro Eurocargo con targa falsa, risultato rubato ad aprile a Bari e presumibilmente riutilizzato più volte per spostare le refurtive; è stato infine tratto in arresto anche M. L., classe 1952, di Andria pizzicato a bordo di un’autovettura Fiat Bravo anch’essa sequestrata utilizzata quale vedetta per la banda in azione.

Gli altri veicoli recuperati e sequestrati sono due 2 furgoni Iveco risultati anch’essi rubati in provincia di Bari.