CHE FRANA

Frana da due anni, studenti vanno a scuola con la Protezione Civile

La replica: «strada pronta la prossima estate»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

292

Frana da due anni, studenti vanno a scuola con la Protezione Civile

ABRUZZO. Il consigliere del Movimento 5 Stelle, Pietro Smargiassi, è intervenuto sul rischio di interruzione del servizio di trasporto eseguito dal nucleo della Protezione Civile Valtrigno per portare i 9 alunni del comune di Fraine presso la scuola di Castiglione Messer Marino.

Il problema deriva dall’interruzione della Sp 162 inghiottita da una frana due anni fa. Dopo i numerosi disagi affrontati nell’anno scolastico già passatoi mezzi fuoristrada della Protezione Civile hanno garantito il trasporto agli studenti che hanno deciso di frequentare la struttura scolastica di Castiglione Messer Marino, transitando sulla strada interpoderale “della Valle”, unico collegamento Fraine-Castiglione Messer Raimondo.

«La situazione che stanno subendo i cittadini di Fraine non è più accettabile né tanto meno tollerabile; al danno creato dalla mancata sistemazione della provinciale 162, dopo quasi due anni dalla frana del marzo 2015 che portò via un tratto della provinciale, si aggiunge la beffa dovuta all'incredibile vicenda del mancato trasferimento dei fondi necessari per sostenere le spese di trasporto in emergenza svolto dal nucleo della protezione civile».

«Tutto ciò» continua il consigliere, «parrebbe dovuto a lungaggini burocratiche negli uffici della regione». Smargiassi chiarisce: «non è il momento di fare polemiche perché in ballo c'è il diritto allo studio di bambini e più in generale il rispetto per i diritti degli abitanti di un piccolo paese montano che hanno lo stesso valore di quelli delle persone che vivono in città. Per questo mi rivolgo al Governatore D'Alfonso perché si adoperi affinché il servizio di trasporto non venga interrotto. Spero soprattutto» continua il consigliere Smargiassi «che non si debba attendere l'avvento di future elezioni per vedere avviati i lavori sulla provinciale 162».
«Da parte mia» prosegue il consigliere 5 Stelle «c'è la volontà di portare questa tematica nell'aula consiliare affinché tutti i rappresentanti di maggioranza, opposizione e Giunta, si assumano le proprie responsabilità riguardo una situazione per certi versi paradossale. Farò quanto possibile per evitare che sulla vicenda non si spengano le luci accese dai media in queste ore».

Per questo motivo a breve depositerà un atto volto ad ottenere l'impegno formale del Governatore e della Giunta a risolvere la situazione della SP 162, che penalizza oltre misura gli abitanti di Fraine.

LA STRADA SARA’ PRONTA ENTRO L’ESTATE 2017

Per la messa in sicurezza della strada provinciale 162 è stata stanziata la cifra di 1.950.000 euro nell’ambito del Piano degli interventi predisposto ai sensi dell’ordinanza n. 256/2015 ed approvato dalla Protezione civile nazionale, ricorda Carlo Giovani, già Commissario delegato per l’emergenza. «Questa somma è stata assegnata alla Provincia di Chieti quale soggetto attuatore con decreto n. 6 del 18 novembre 2015 del Commissario delegato per l’emergenza; la relativa convenzione è stata stipulata il 21 gennaio 2016 e, da quel momento, la gestione del caso è passata alla Provincia di Chieti. La gara di appalto è stata esperita e aggiudicata. La ditta vincitrice dovrà consegnare il progetto esecutivo entro il prossimo 30 settembre; auspicabilmente, i lavori inizieranno entro la metà di ottobre. Il termine per la consegna dell’opera è fissato a settembre 2017».