LA SVOLTA?

Arca, ora la società ha tempo fino al 2020 per le opere pubbliche promesse nel 2001

Firmata nuova convenzione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

479

Arca, ora la società ha tempo fino al 2020 per le opere pubbliche promesse nel 2001


SPOLTORE. E’ stato sottoscritto ieri l’atto transattivo tra il Comune di Spoltore e la società Adriatica Spa (ex Arca Srl).

Si tratta dell’accordo, con cui le parti mettono fine ai contenziosi in corso e si impegnano a rinnovare la convenzione, stipulata nel 2001 e lasciata scadere, così da poter realizzare le opere di pubblico interesse.

La transazione è stata sottoscritta in Sala Giunta, dal Responsabile del Settore Urbanistica del Comune, Vincenzo Cerritelli, dall’Avvocato, Cerulli Irelli e dall’Ingegnere, Beniamino Buzzelli, legale rappresentante della Società Adriatica Spa.

Erano presenti: il sindaco Di Lorito, l’Assessore con delega alle Manutenzioni e al Verde Pubblico, Quirino Di Girolamo, il segretario generale del Comune e i vertici della società.


Nello specifico, con questo atto la Società Adriatica Spa si impegna a realizzare, a proprie spese (per un importo di 759.554,00 euro), le opere mancanti: il campo sportivo, il parco privato ad uso pubblico in zona Fosso Grande e ad avviare la definitiva cessione del centro civico.

Il termine di scadenza è stato fissato al 31 dicembre 2020.

Di fatto si tratta di una proroga di fatto visto che le opere dovevano essere realizzate contestualmente alla realizzazione del centro commerciale cosa che non è stata anche grazie all’inerzia protratta dello stesso comune.

Di recente poi l’argomento è ritornato di attualità dopo le numerose richieste di documenti della consigliera di minoranza, Marina Febo, che sull’argomento ha dato battaglia scoprendo anche cose strane…


«Segniamo un punto di netta chiusura con il passato, lasciandoci alle spalle una vicenda che ha prodotto solo danni all'Amministrazione comunale e al nostro territorio, nella consapevolezza che in questo caso come in molti altri io e la maggioranza che mi sostiene abbiamo trasformato un problema ereditato dal passato in una reale opportunità per la nostra città, nella certezza di perseguire gli interessi di pubblica utilità», ha sottolineato il Sindaco Di Lorito.

«La transazione detta un cronoprogramma per arrivare alla stipula della convenzione e

consentire, così, la realizzazione di importanti opere pubbliche, che la

comunità attende da troppi anni».