TERREMOTO

Sisma L'Aquila: protesta inquilini Ater in Consiglio Abruzzo

Dopo 7 anni famiglie ancora fuori casa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

87

CASE ATER CHIETI. IL DEGRADO

CASE ATER CHIETI. IL DEGRADO

ABRUZZO. ‘Cronoprogramma immediato sulla ricostruzione di tutto il patrimonio di edilizia residenziale pubblica Ater di L'Aquila’ e ‘No all'allontanamento degli affittuari dagli alloggi assegnati’.


Così gli striscioni di protesta esposti da un gruppo di inquilini dell'Ater di L'Aquila ieri nel corso dei lavori del Consiglio regionale.

Gli affittuari di alloggi dell'azienda territoriale per l'edilizia residenziale (Ater) della provincia dell'Aquila lamentano il fatto che a oltre sette anni dal sisma moltissime famiglie sono ancora fuori casa, nelle abitazioni del progetto Case, il mega insediamento costruito dopo il terremoto per dare un tetto a oltre 16mila aquilani.

Secondo loro stime sono 1.054 gli alloggi gravemente danneggiati ancora non agibili, per un valore di 85 milioni di euro.

La protesta è stata ispirata da esponenti del Movimento Cinque Stelle; non a caso, il consigliere Domenico Pettinari è uscito da Palazzo dell'Emiciclo per incontrare gli inquilini.

«Farò una precisa interpellanza alla Regione in particolare al presidente D'Alfonso e all'assessore al ramo per conoscere dati, tempi e prospettive - ha spiegato -. Non è possibile che su tanta gente in difficoltà né D'Alfonso né il sindaco dell'Aquila si siano mai interessati. Non è bastato il terremoto per mettere in ginocchio queste persone». Pettinari ha sottolineato anche che verificherà "disparità" sulla ricostruzione dei vari alloggi.

Tra gli altri striscioni esposti "Giù le mani da Valle Pretara", e "Via di Vincenzo, 1,4 milioni senza inizio. I lavori?". «Andrò fino in fondo al fianco degli inquilini, fino a quando non si capirà perché il Provveditorato interregionale opere pubbliche ancora non pubblica i bandi gara, e finché non si comporrà chiaramente il quadro delle responsabilità», ha detto invece il consigliere regionale del Pd Pierpaolo Pietrucci.

Pietrucci, che ha incontrato gli inquilini, attacca Gianpiero Marchesi, capo struttura di missione della ricostruzione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

«Ho appena incontrato gli inquilini dell'Ater, in Consiglio Regionale. Come è noto, nonostante le ripetute sollecitazioni, nostre e dell'Ater stessa, la struttura di missione guidata da Giampiero Marchesi ancora non dà disposizioni per l'erogazione di gran parte dei fondi alla ricostruzione delle palazzine maggiormente danneggiate dal sisma. Dopo una mia recentissima nuova sollecitazione a Marchesi - ha proseguito - e uno sgradevole rimpallo di responsabilità, si profila una battaglia serrata a favore di coloro che ancora dal 2013, vedono bloccata la possibilità di tornare nelle loro case».