TUTTI AL MARE

Pescara, 500 nuovi posti auto sulla riviera nord. Alessandrini dice no

Bocciata la proposta del Movimento 5 Stelle

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

695

parcheggi riviera sud

PESCARA. Cinquecento nuovi posti auto sulla riviera nord nelle aree dell’ex Enaip che il Comune sta acquisendo a titolo gratuito dal Demanio.

Questo ha proposto il Movimento 5 Stelle nel Consiglio Comunale dello scorso 30 giugno, ricevendo il no della maggioranza di centro sinistra che fa capo al duo Alessandrini-Del Vecchio.

«Vogliamo risolvere definitivamente il problema dei parcheggi sulla riviera, evitando allo stesso tempo di pregiudicare la fruibilità della “strada parco” che deve rimanere interamente dedicata alla mobilità sostenibile», propone la consigliera Erika Alessandrini, «le aree dell’ex Enaip invece di diventare merce di scambio con i costruttori per cementificare ancora il lungomare della città, devono rimanere al patrimonio pubblico dei pescaresi, andando a risolvere non questioni di carattere immobiliare ma i veri problemi di questa città: i parcheggi».

Il gruppo consiliare M5S ha proposto al consiglio comunale una mozione che tendeva ad impegnare il sindaco e la giunta ad avviare studi e progettualità per realizzare parcheggi in uno dei tratti del lungomare in cui questo problema è più sentito, specie d’estate, e che in questi giorni ha portato nuovamente al ‘sacrificio’ della strada parco, sottratta a ciclisti e pedoni per essere invasa dalle auto in sosta, anche in contrasto anche con il Piano Regolatore che permette il transito sul corridoio verde solo a mezzi pubblici ecologici.

«Noi non abbiamo timori nel proporre idee concrete per migliorare la nostra città, perché non abbiamo cambiali da pagare a nessuno», aggiunge la consigliera M5s Erika Alessandrini, «ma combattiamo ogni giorno con un centrosinistra che fa opposizione alla città e al suo sviluppo, che non riesce a governare, vittima di un passato di “compromessi politici” e di un presente senza idee. Se il sindaco Alessandrini ed i suoi vogliono far occupare le aree ex-Enaip da centinaia di appartamenti privati, noi invece vorremmo che fossero una risorsa pubblica da valorizzare. Nei prossimi giorni incontreremo cittadini, associazioni ed operatori commerciali della zona per discutere con loro le azioni necessarie per ottenere, proprio sul lungomare, ben 500 posti auto, il doppio di quelli attualmente presenti sulla riviera nord, che potrebbero essere utilizzati d’estate come parcheggio per bagnanti e turisti e nel resto dell’anno come parcheggio di scambio per la zona nord della città».

Proprio la vicinanza con la strada parco permetterebbe di integrare il nuovo parcheggio con un sistema di bike sharing o navette, che faciliterebbe ulteriormente l’accesso al centro città, valorizzerebbe, insistono i 5 Stelle, il sistema economico locale e ridurrebbe traffico ed inquinamento acustico ed atmosferico.