POMPIERI

Incendi boschivi: Mazzocca: «investiti 370 mila euro»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

71

Incendio canadair


L'AQUILA.  La giunta regionale ha dichiarato lo stato di grave pericolosità di incendi boschivi dal 1 luglio al 15 settembre 2016 per l'intero territorio abruzzese investendo complessivamente 370 mila euro. L'Esecutivo ha approvato il 'Programma delle attività di previsione e lotta attiva contro gli incendi boschivi'. Ha ribadito il divieto su aree a rischio incendio boschivo di accendere fuochi, usare apparecchi a fiamma o metalli per tagliare metalli, usare motori, fornelli e inceneritori che producano faville o brace, inoltrare autoveicoli dotati di marmitta catalitica oltre il ciglio della strada nei boschi o sui prati. Nelle discariche pubbliche o private è fatto obbligo di procedere alla ricopertura dei rifiuti con materiale inerte. In ogni caso, entro il limite di 200 metri dall'estremo margine del bosco è vietata dal 1 luglio al 15 settembre l'accensione dei boschi. "Alta è l'allerta della Protezione civile - ha commentato il Sottosegretario con delega alla Protezione Civile, Mario Mazzocca. - Stiamo lavorando alla prevenzione e alle operazioni di pronto intervento per evitare danni, preservare la pubblica incolumità e tutelare il territorio della nostra bella regione. È importante il prezioso aiuto di tutti. Per questi motivi, anche quest'anno abbiamo deciso di avvalerci, per le attività di sorveglianza e di avvistamento nonché di lotta attiva agli incendi boschivi, di risorse, mezzi e personale sia del Corpo Forestale dello Stato che del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, predisponendo all'uopo uno specifico programma tecnico-operativo unitamente al concorso delle Organizzazioni di Volontariato, riconosciute secondo la vigente normativa. Per la detta attività, la Regione Abruzzo ha investito complessivamente 370mila euro, così ripartite: 190.000,00 euro per l'Accordo annuale di programma con il Corpo Forestale dello Stato e 180.000,00 euro per l'attuazione della Convenzione con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco". "Il presidio del territorio - ha concluso il Sottosegretario - è un deterrente fondamentale che ci permette di limitare i danni e intervenire prima che la piaga degli incendi lasci segni indelebili. Occorre sensibilizzare l'opinione pubblica nel fornire la massima collaborazione, con spiccato senso civico, nell'ambito dell'avvistamento e della sorveglianza".