LE CARTE

Inquinamento Pescara: «scaricate nel fiume acque mattatoio non depurate»

Comune attacca De Sanctis ma non risponde

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3543

Inquinamento Pescara: «scaricate nel fiume acque mattatoio non depurate»

PESCARA. Non c’è pace per la città. La sensazione è che più si va ad infilare la testa nelle carte può emergono fatti gravissimi e soprattutto una amministrazione cittadina che non perde occasione per nascondere le brutte notizie.

Già, perché una vera e propria galleria degli orrori quella che emerge da una lettera di Attiva di febbraio 2016 sulle violazioni che sarebbero state accertate da Forestale e Capitaneria presso il Mattatoio comunale, fatti mai divulgati dal Comune che, al contrario, in maniera fuorviante, divulgo' solo i controlli successivi quando ormai la gestione era stata ricondotta nella norma quasi a prendersi i meriti e non i demeriti.

La notizia è stata scoperta dal Forum H2O che oggi divulga una lettera di Attiva riguardante scarichi di acque non depurate dal Mattatoio comunale di Pescara.

Gli ambientalisti evidenziano che la Forestale e Capitaneria avrebbero riscontrato plurime violazioni e che sarebbero finite nel fiume acque dalle aree di stabulazione degli animali non depurate.

L'attivita' della polizia giudiziaria avrebbe, inoltre, riscontrato nelle acque meteoriche anche quelle provenienti dai lavaggi dei contenitori di stoccaggio delle interiora.

Per rimettere in regola le cose Attiva, nonostante non fosse più il concessionario da mesi, segnala di aver distaccato proprio personale.

Il Forum accusa l'amministrazione di aver comunicato solo i loro controlli e a caso risolto, prendendosi i meriti.

«In una situazione drammatica, con sequestri a ripetizione di scarichi», contesta Augusto De Sanctis, «si fa presto a costruire una "buona notizia". Infatti fu giustamente riportata da moltissimi organi di informazione con grandi titoli. "Il mattatoio supera i controlli sugli scarichi"; Fiume Pescara. Controlli a tappeto per trovare gli scarichi abusivi: ok il mattatoio comunale" ecc».

Ma perche' – evidenziano oggi gli ambientalisti - non dire subito che erano state rilevate gravissime criticita' al Mattatoio, che e' una proprieta' dei cittadini? Non devono sapere come viene gestito il patrimonio pubblico? Come e' andata a finire la vicenda? Quali provvedimenti sono stati eventualmente intrapresi nei confronti del gestore? Chi ha pagato il personale di Attiva distaccato per risolvere i problemi?.

«Consigliamo caldamente all'amministrazione comunale di cambiare registro e - conclude il Forum - di fare della trasparenza la propria bussola, anche se, spiace dirlo, piu' si va avanti piu' diventa difficile riacquistare fiducia verso questa amministrazione».


LA TRASPARENZA DEL COMUNE: MOSTRA I COMUNICATI STAMPA

«Ancora una volta», replica il vice sindaco Enzo Del Vecchio, «il Forum H2O utilizza il lavoro svolto dall'Amministrazione comunale di Pescara in termini negativi e non come andrebbe utilizzata per l'attività posta in essere dal Comune. Oggi rilegge la corrispondenza della società Attiva riguardante il depuratore del mattatoio che è stato al centro dell'attenzione del Comune e messo in regola proprio grazie a questa Amministrazione, come testimonia il comunicato stampa inoltrato da noi lo scorso 18 febbraio e che vi riproponiamo».

E nel comunicato riproposto, però, non c’è traccia di quello che ha raccontato De Santis, ma informazioni ben più tranquillizzanti come «la verifica ha accertato che gli scarichi sono tutti indirizzati al depuratore della struttura e quindi trattati prima di essere immessi nel fiume, come risulta anche dalle ultime analisi eseguite che dimostrano l’assoluta rispondenza ai parametri di legge delle acque immesse nel fiume. Non solo, per il mattatoio andrà a regime nei prossimi giorni la separazione delle acque bianche dalle nere al fine di rendere ancora più efficiente l’attività del depuratore dedicato. Il lavoro da fare è enorme, anche perché non è stato mai fatto prima, ma le attività in corso dimostrano come l’argomento sia di grande priorità per questa Amministrazione e assoluta emergenza e non tralasceremo nessuna azione anche coinvolgendo tutti gli enti che possono dare il proprio contributo nella valutazione delle acque e adottare le necessarie misure per rimuovere tutte le fonti di inquinamento».

PESCARA SVERSAMENTO MATTATOIO