L'INIZIATIVA

Regione, cercasi auto gratis (con sponsor) per i collaboratori del presidente

L’ultima trovata ‘geniale’ del presidente per avere più auto blu

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

899

Regione, cercasi auto gratis (con sponsor) per i collaboratori del presidente


ABRUZZO. Le auto blu a disposizione della giunta regionale sono ‘solo’ 7. Lontani i tempi in cui il parco macchine era affollato.

Adesso D’Alfonso e i suoi assessori si devono spartire le macchina, una a testa, che si aggiungono alle altre 135 in dotazione alla Regione.

Ma questo altro centinaio sono in realtà macchine di piccola o media cilindrata, con una vita media di 5 anni e centomila km di percorrenza, alcune delle quali prese dalle comunità montane e dalle società partecipate ormai chiuse; servono per dipendenti e trasferte dei vari uffici tecnici e dirigenti ma di blu non hanno neanche il colore.

Insomma con le possibilità di manovra finanziaria ridotte all’osso (proprio negli ultimi anni c’è stata una super sforbiciata nel nome della spending review) l’eventualità di vedere i big della regione su auto nuove è prossima allo zero.

Ma c’è qualcuno in giunta che ha avuto un’idea a dir poco geniale: riuscire ad accaparrarsi auto gratis, magari in cambio di una sponsorizzazione.

Potremmo dunque vedere presto qualche collaboratore del presidente, ai quali di fatto non spetterebbe un’auto di servizio, su un macchinone con marchio ben in vista di qualche concessionaria o altra attività commerciale.

Sembra una boutade ma non lo è.

Il piano che prevede a tutti gli effetti uno scambio di servizi (si vedrà quanto utile alle parti) di fatto cerca di far convivere austerity con la necessità di una quattro ruote a costo zero (per i cittadini ma anche per il passeggero), infatti, viene certificata dalla delibera di giunta numero 339 del 24 maggio scorso proposta proprio dal Governatore.

L’oggetto è chiaro: ‘ricerca di sponsorizzazioni aventi ad oggetto l’acquisizione di autovetture in comodato gratuito per sopperire alle esigenze di mobilità e trasporto della Regione Abruzzo’.

In pratica l’ente si dice pronto a stipulare una convenzione di sponsorizzazione e ottenere auto per il trasporto degli uffici di presidenza e di gabinetto «principalmente nell’ambito del territorio regionale».

Non sembra che i veicoli siano destinati agli assessori, già automuniti, ma piuttosto ai numerosi collaboratori del presidente.

La convenzione, si legge sempre nella scarna delibera, viene stipulata «nell’ottica di assicurare una migliore qualità dei servizi e favorire l’innovazione dell’organizzazione amministrativa».

Nella delibera c’è l’indicazione di uno schema di convenzione ‘allegato’ che però non è stato pubblicato sul sito ufficiale, con buona pace della trasparenza (come accade da sempre senza alcun tipo di controllo o protesta da parte di alcuno). Di fatto così il documento pubblicato monco non è di grande aiuto.  

Si capisce però che per trovare queste benedette automobili sarà istituita pure una commissione composta da 3 dirigenti e funzionari della regione per la valutazione delle proposte.

Ammesso che queste auto le trovino… resta una domanda: ma la benzina poi chi la paga?

Per chiudere il cerchio perchè non cerchiamo anche uno sponsor che paghi benzina, diesel… magari gas o elettricità?