IN DIRETTA

Comunali Abruzzo 2016, lo spoglio in diretta. Record nel teramano con affluenza al 68,5%

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9861

Comunali Abruzzo 2016, lo spoglio in diretta. Record nel teramano con affluenza al 70,8%

ABRUZZO. Si sono chiusi alle 23 anche in Abruzzo i seggi elettorali e comincia la spoglio.

Il dato sull’affluenza alle urne è ancora in elaborazione ma si avvia a superare il 66% non raggiungendo comunque il 69,1% della tornata precedente.

Record, al momento, in provincia di Teramo dove ha votato il 70,8% degli aventi diritto ma il dato non è ancora definitivo.

L’affluenza alle 19 era stata del 52,4%. Sarà una notte lunga per i comuni medio grandi che attendono di conoscere i nomi dei nuovi amministratori eletti mentre per altre realtà piccole i nomi saranno ufficializzati a breve.

In regione sono in totale 72 i comuni al voto. Tra i più grandi Francavilla al mare, Sulmona, Roseto, Vasto, Penne.

LE IRREGOLARITA’

 Sono tanti gli episodi di irregolarità che anche a questa tornata elettorale sono stati segnalati e denunciati in tutta Italia, soprattutto in Campania ma non solo. Due elettori sono stati sorpresi, in due distinti episodi, mentre con telefoni cellulari, dopo aver votato, fotografavano le proprie schede elettorali a Castellammare di Stabia (Napoli). A entrambi gli agenti hanno sequestrato i telefonini ed entrambi saranno denunciati. Quattro persone, poi, sono state denunciate nel casertano per aver fotografato la scheda elettorale all'interno delle urne dopo aver votato.

Nel comune di Beverino (La Spezia), un uomo di 104 anni ha rinnovato la tessera elettorale ed è andato a votare. Il protagonista è Antonio Tassora che per anni ha gestito una osteria nella frazione Memola, dove si fermò a mangiare anche Mario Soldati. A Ono San Pietro, paese bresciano in Vallecamonica, ad urne aperte è già ufficiale il nome di un sindaco: è Elena Broggi, era l'unica candidata per guidare l'amministrazione comunale del piccolo paese, 994 abitanti, ed è stato raggiunto il quorum di elettori. E' morta invece mentre i suoi concittadini si stanno recando alle urne, Giovanna Zetti, candidata sindaco a Martiniana Po, comune della bassa Valle Po con poco più di 700 abitanti in provincia di Cuneo. Aveva 68 anni, era malata, e da qualche giorno era stata ricoverata all'ospedale di Saluzzo.


ORE 23.40 - DATO DEFINITIVO NELL’AQUILANO: 67,8%

In provincia de L’Aquila l’affluenza definitiva alle 23 è del 67,8%. Resta imbattuto il 71% della scorsa tornata. Ben sopra la media l’affluenza nei comuni di Capitignano (80%), Pereto (84%).

A Sulmona ha invece votato il 65,9% degli aventi diritto rispetto al 67,1% del turno precedente.  


ORE 23.45 – NEL PESCARESE AFFLUENZA AL 64,3%

Alla chiusura dei seggi nei comuni pescaresi al voro l’affluenza si è fermata al 64,3%, 5 punti percentuali in meno rispetto all’ultima tornata elettorale. Sopra la media l’affluenza a Collecorvino (70,5%), Picciano (77,5%). L’affluenza più bassa si segnala invece a Sant’Eufemia a Maiella (30,4%).


ORE 23.48 – NEL TERAMANO AFFLUENZA AL 68,5%

L’affluenza definitiva nel Teramano è del 68,5% dove spicca l’80% di Cortino e il 54,7% di Pietracamela. A Roseto ha votato invece il 69,1%.


ORE 23.55 – RITARDO PER LA PROVINCIA DI CHIETI

Non è ancora arrivato il dato definitivo dell’affluenza in  provincia di Chieti. In ritardo i dati provenienti da Francavilla, Lanciano e Vasto, tra i Comuni più grandi al voto. Il dato di Francavilla che manca sul sito ufficiale del Ministero lo diffonde però via Facebook un ottimista Antonio Luciani (sindaco uscente).  «Dati definitivi: hanno votato 14.497 persone, pari al 65,7% degli aventi diritto», scrive.


ORE 00.00 A TUFILLO IL PRIMO SINDACO

Ha vinto a Tufillo l’unico sindaco candidato, ovvero Ernano Marcovecchio della lista civica ‘Scelte partecipate’. Per la sua elezione era sufficiente il raggiungimento del quorum, che è avvenuto. 

ORE 00.10 CASTELVECCHIO CALVISIO SINDACO LUIGINA ANTONACCI

A Castelvecchio Calvisio ha vinto Luigina Antonacci con l’82,19% (60 voti) della lista civica Ricominciamo Insieme. Lo sfidante Daniele Almonti si è fermato a 17,8% (13 voti).


ORE 00.22 - A COCULLO VINCE CHIOCCHIO

A Cocullo ha vinto Sandro Chiocchio della lista civica ‘Insieme per il progresso’ con il 74,3% dei voti (116). Alla maggioranza andranno 7 seggi, 3 alla minoranza.


ORE 00.25 – CRIVELLI VINCE A SANT’EUFEMIA A MAIELLA

A Sant’Eufemia a Maiella ha vinto Francesco Crivelli con il 78,33% (141 voti). Lo sfidante Mauro Di Giacomandrea si è fermato al 21,66 (39 voti).  


ORE 00.28 - A FRANCAVILLA LUCIANI SORRIDE

C’è molto ottimismo a Francavilla al Mare per il sindaco uscente Antonio Luciani. Dopo i primi voti scrutinati risulta, infatti, in netto vantaggio (69,7%) sugli altri candidati e il primo cittadino si è lanciato anche in sorridenti selfie con il sottosegretario regionale Camillo D’Alessandro.  «È ancora troppo presto ed i dati sono poco indicativi ma è giusto tenervi aggiornati», commenta.


ORE 00.32 - A CARAPELLE CALVISIO VINCE DI CESARE

Sindaco al primo turno Domenico Di Cesare della lista ‘Insieme per Carapelle’ con il 61% dei voti. Il Comune alla vigilia del voto è diventato un vero e proprio caso nazionale per la massiccia presenza di uomini delle forze dell’ordine all’interno delle liste elettorali.


ORE 00.35 A COLLEDIMACINE HA VINTO ANDREA SCHINA

Eletto Andrea Schina della lista civica ‘Insieme per Colledimacine’ con il 48% delle preferenze, 60 voti. Appena 130 i votanti (il 29,9%).  


00.40 – ALTRI SINDACI ELETTI

Prosegue lo spoglio e arrivano altri dati definitivi. A Pietraferrazzana ha vinto Ciro Carpineta della lista civica Pietraferrazzana Unita con l’84,4% delle preferenze.  A Calascio ha vinto invece Ludovico Marinacci con il 62,2& delle preferenze; a Castellalto Vincenzo Di Marco della lista Insieme per Castellalto con il 76,2% mentre ad Ortona dei Marsi l’ha spuntata Manfredo Eramo della lista civica ‘Con i giovani per rivitalizzare Ortona’ con il 54,6%. A Campotosto ha vinto Luigi Cannavicci della lista civica ‘Il lago’ con il 53,3%.  


00.52- A FRANCAVILLA LUCIANI NETTAMENTE IN TESTA

A Francavilla dopo 1.556 schede scrutinate su 14.500 il sindaco uscente Luciani è ancora nettamente in testa con il 66,2% delle preferenze. Il grillino Sarchese è al 13,48, Mantini al 14,33 e Di Renzo al 5,59%.

Se la tendenza dovesse confermarsi Luciani potrebbe vincere addirittura al primo turno.


ORE 1.15 – LO SPOGLIO VA AVANTI

A Bisegna ha vinto Antonio Mercuri della lista civica ‘Fiore di genziana’ con il 50,5%. Lo sfidante Amedeo Di Lorenzo ha perso per appena 2 voti di scarto. A Picciano ce l’ha fatto di misura, invece, Vincenzo Catani della lista ‘Insieme in Comue’ (81,8%). A Pescosansonesco trionfo con l’83,4% per Nunzio Di Donato. A Ofena ha vinto Antonio Silveri con il 54,3% mentre a Secinaro Celestino Bernabei con il 56,2%.


ORE 1.24 – A ROSETO BALLOTTAGGIO DI GIROLAMO- PAVONE?

A Roseto dopo lo scrutinio del 20% delle schede si profila il ballottaggio tra i candidati Sabatino Di Girolamo (Pd) al 40% e il sindaco uscente Enio Pavone.  


ORE 1.27 – A FRAINE ARRIVA IL COMMISSARIO

Non ce l’ha fatta a Fraine l’unico candidato sindaco Filippo Stampone che ha preso il 100% dei voti (151). Il quorum dei votanti, infatti, non è sufficiente per la vittoria. Su 638 elettori solo in 160 sono andati a votare (25%). Questo vuol dire che arriverà un commissario prefettizio che traghetterà il comune verso le prossime elezioni.

ORE 1.32- LUCIANI (FRANCAVILLA) PARLA GIA’ DA SINDACO

«Non ho mai avuto dubbi di potercela fare al primo turno». Quando il risultato definitivo dello scrutinio è ancora molto lontano (mancano circa 12 mila schede) il sindaco uscente e ricandidato di Francavilla Antonio Luciani parla praticamente già da vincitore. Ai microfoni dell’emittente Rete 8 sottolinea il «risultato importante» ottenuto. Al momento viaggia tra il 66 e il 68% dei consensi con gli altri candidati ben distanti. «Mentre gli altri mi criticavano io ho pensato solo a lavorare», ha detto Luciani. «E’ stata una campagna elettorale particolarmente dura».   


ORE 1.48 – ALTRI SINDACI ELETTI

A Capitignano ha vinto Maurizio Pelosi (83,2%),  a Carunchio Gianfranco D’Isabella con il 57%, a Civitella Casanova Marco D’Andrea con il 96,4%, ad Ovindoli Angelo Angelosante con il 50,5%, a Rivisondoli Roberto Ciampaglia con il 68,6% mentre a San Martino sulla Marrucina Luciano Giammarino con l’88,7%.


ORE 2.05 – LO SPOGLIO VA AVANTI

A Cerchio ha vinto Gianfranco Tedeschi con il 67,4%; a Cortino Gabriele Minosse con 50% e un solo voto di vantaggio rispetto ad uno dei due sfidanti, Marco Tiberii. A Fossa ce l’ha fatta, invece, Fabrizio Boccabella con il 58,9% mentre a Pennedomo Domenico D’Angelo con il 52%. A Serramonacesca trionfo con l’84,7% per Franco Enrico Marinelli. A Colonnella ha vinto Leandro Pollastrelli, a Prezza Marianna Scoccia, a Tornimparte Giacomo Carinelli.


2.19 – LUCIANI FESTEGGIA: E’ ANCORA LUI IL SINDACO

«Francavilla è cambiata davvero», commenta Luciani in festa  poco prima delle 2.30 di notte, applaudito dai suoi sostenitori e con la musica di ‘We are the champion’ dei Queen in sottofondo.

«Siamo stati una squadra stupenda in questi 5 anni. Non faremo l’ errore degli altri che hanno continuato a sbeffeggiare ed offendere. Mi sono beccato di tutto in silenzio, la città ha risposto così (con il voto, ndr) ed è la cosa più bella che potesse accadere.  Accoglieremo a braccia aperte tutti quelli che vorranno suggerire qualcosa per la città». Tra i primi punti del nuovo corso, ha annunciato Luciani, c’è il nodo di palazzo Sirena: «non serve il referendum, la città ha già votato con il risultato di questa sera».

Il risultato definitivo è ancora lontano ma Luciani viaggia sul 60% delle preferenze

0RE 3.15 ROCCARASO DI DONATO RICONFERMATO
Vittoria schiacciante con il 57,52% anche per Francesco Di Donato sindaco uscente e riconfermato di Roccaraso che è stato eletto al primo turno. LA sua maggioranza sarà schiacciante con 7 consiglieri contro i tre della minoranza capeggiata dagli sfidanti battuti Antonio Di Gioia e Denis Di Padova.


ORE 3.35 ROCCA SAN GIOVANNI DI RITO ANCORA SINDACO

A Rocca San Giovanni ancora un sindaco premiato per la sua amministrazione: Enzo Di Rito ha ottenuto il 61,36% (953) mente il suo sfidante Rinaldo Verì si è fermato al 38%


ORE 3.44 TUFILLO VINCE L'UNICO CANDIDATO

Superato il quorum del 50% a Tufillo dove il candidato sindaco era uno solo: Ernano Marcovecchio è sindaco con 267 voti della lista “Scelte partecipate”


ORE 4.02 A TOCCO DA CASAURIO ZACCAGNINI SINDACO PER 4 VOTI
A Tocco da Casauria è stato riconfermato Riziero Zaccagnini con 857 voti (50,1%) che ha battuto lo sfidante Luciano Lattanzio 4 voti fermandosi a 853 voti pari al 49,8%

ORE 4.11 GLI ALTRI SINDACI ELETTI
A Casacanditella ha vinto Giuseppe D'Angelo con 515 voti (55,37%) contro Fabrizio Antonucci (44,6%).

A Lama dei Peligni il sindaco eletto è Andrea Di Fabrizio di “Lama Unita”, 55,7% che batte Antonio Di Renzo.

A Fara San Martino Carlo De Vitis è stato eletto primo cittadino con 54,6% con la lista “Fara con noi” battendo Rocco di Giuseppe.

A Canistro Angelo DI Paolo batte Orlando Coco con il 55% portando in consiglio 7 membri della lista “Canistro in Comune”


A ROSETO RITARDO SCRUTINIO: DI GIROLAMO (PD) IN TESTA
Scrutinio in forte ritardo a Roseto dove dopo poche sezioni in testa era il candidato sindaco del Pd Sabatino Di Girolamo che ha doppiato gli altri sfidanti


POPOLI VINCE CONCEZIO GALLI
Concezio Galli è sindaco di Popoli con il 56,2% e batte Mario Lattanzio della lista “Prima Popoli” e Guerino Di Virgilio di “Popoli ai cittadini”.


ORE 5.22 GLI ULTIMI DATI DEFINITIVI

A Collecorvino grand eaffermazione per la lista “W Collecorvino sempre” che ha mandato in Comune Antonio Zaffiri con 2.364 voti pari al 65% dei votanti pari a ben tre volte i voti presi dal secondo classificato Andrea Buccella con 750 voti e Marianna Cilli con 462.

A Casoli è sindaco Massimo Tiberini con il 57,1%.
A Scurcola Marsicana il sindaco eletto è Maria Olimpia Morgante con il 52,4%.
A Bellante amministrerà Giovanni Melchiorre con il 50,4%.

A Colonnella sindaco è Leandro Pollastrelli della lista “Città sostenibile” che totalizza il 57,3%

A Casalbordino il sindaco è Filippo Marinucci con 40,1%

A Manoppello vince Giorgio Di Luca della lista “Uniti per Manoppello”


ORE 5.55 SAN GIOVANNI TEATINO BOCCIA I 5STELLE

Non ce la fa il candidato dei 5Stelle Mario Cutrupi a San Giovanni Teatino che si posizione ultimo dopo i veterani della politica Verino Cardarelli, già ex sindaco per due mandati, e Luciano Marinucci il sindaco uscente che viene premiato per la sua gestione ottenendo il 52,8% e portando in consiglio 11 eletti. Il M5s porta comunque in consiglio un suo esponente.


ORE 6.12. TAGLIACOZZO NON CREDE AL SINDACO INDAGATO DI MARCO TESTA
C'era attesa per l'esito dello scrutinio a tagliacozzo, agitato dagli arresti di alcuni mesi fa ec he avevano fatto molto discutere. L'ex sindaco fu prima arrestato e poi scarcerato da Riesame che di fatto aveva annullato le misure cautelari. L'inchiesta su presunti appalti truccati è ancora in corso e Di Marco Testa si è candidato comunque professandosi innocente e vittima di un errore giudiziario. I suoi concittadini però evidentemente non gli hanno creduto lasciandolo al terzo posto dopo Vincenzo Montelisciani e Vincenzo Giovagnorio che è il nuovo sindaco con 1421 voti e 33,9%. Brutta prestazione per il M5s che prende solo 241 voti (5,7%).


ORE. 6.15 PENNE SEMPRONI SINDACO, M5S PORTA 3 CONSIGLIERI IN COMUNE

Tra i quattro sfidanti la spunta di poco Mario Semproni che batte il candidato dei 5stelle, Luca Falconetti, per circa 80 voti. Ala fine Semproni viene eletto con il 35,2% e Falconetti si ferma a 34,3%.

Ore 7. RITARDO PER I COMUNI PIU' GRANDI

Vasto scrutinio in forte ritardo a pochi minuti dalle 7 le sezioni scrutinate erano ancora 11 su 43 e vedevano in testa il candidato del centrodestra Massimo Desiati con la lista “Progetto per Vasto con il 35,6%. Francesco Menna del Pd era fermo al 33,6%. Indietro Ludovica Cieri del M5s con il 17% e male per Edmondo Laudazi con il 9% e Massimiliano Montemurro con il 3%.


A Francavilla al mare i dati ufficiali sono ancora fermi a poche sezioni ma il divario appare incolmabile tra Antonio Luciani e gli altri per cui è certa la sua vittoria. Del resto lui ha già dato il buon giorno da sindaco.

A Sulmona ai dati ufficiali sono fermi a meno della metà delle sezioni. In testa c'è la candidata della destra Annamaria Casini con il 44% dei voti seguita da Bruno Di Masci con il 29,4%

Anche a Lanciano situazione sonnolenta e scrutini in ritardo ma il candidato del Pd e sindaco uscente sembra avere la meglio sugli sfidanti per ora raggiungendo il 38%



ORE 10. LANCIANO: PUPILLO SUDA FREDDO. D'AMICO RIMONTA

Prosegue con estrema lentezza lo spoglio e la diffusione dei dati a Lanciano dove il sindaco uscente, Mario Pupillo, era partito bene distaccando gli avversari. A metà dello spoglio (22 sezioni su 44) però è sostanzialmente un testa a testa e la vittoria (ed il ballottaggio) saranno decisi sul filo di pochi voti. Pupillo è al 39,5% con 3647 voti mentre Errico D'Amico a 3533.



19 GIUGNO BALLOTTAGGI

A meno di colpi di scena, il 19 giugno si tornera' alle urne a Vasto dove il candidato del centrodestra Massimo Desiati dovra' vedersela con l'antagonista del centrosinistra Francesco Menna.

Ballottaggio anche a Lanciano tra l'uscente Mario Pupillo del centrosinistra ed Errico D'Amico del centrodestra. Analoga situazione a Roseto degli Abruzzi dove Enio Pavone, del centrodestra, per mantenere ancora la fascia tricolore dovra' vedersela con Sabatino Di Girolamo (Pd) comunque in testa, quest'ultimo, nello scrutinio.

Infine, bisognera' attendere il 19 giugno per conoscere il neo sindaco di Sulmona. Nella citta' ovidiana, dove il Pd non si e' presentato con un proprio simbolo e l'Amministrazione e' tornata al voto con due anni di anticipo a seguito dello scioglimento del Consiglio comunale, si contenderanno lo scranno piu' importante di Palazzo di Citta' Bruno Di Masci, che con le sue otto liste abbraccia quasi tutto l'arco costituzionale, e Anna Maria Casini - nettamente in vantaggio - in corsa con sei liste civiche. In questa consultazione l'affluenza alle urne si e' fermata, in Abruzzo, al 66,85%, a fronte del 70,65% della precedente consultazione del 2011.

In totale, gli elettori chiamati al voto erano poco piu' di 276 mila.

SULMONA RICALCOLO SCHEDE

Procedono a rilento le operazioni di spoglio delle schede elettorali a Sulmona, comune con commissario prefettizio dal febbraio scorso. I dati dell'Ufficio elettorale del Comune alle 10 di questa mattina erano fermi a 10 sezioni su un totale di 26. Nelle altre ci sarebbero problemi tra il totale dei voti scrutinati e le schede vidimate tanto che i presidenti di seggio stanno procedendo al ricalcolo delle schede. Al momento i dati ufficiali su 4216 voti sono i seguenti: Annamaria Casini, Candidata sindaco della coalizione composta da sei liste, "Noi per Sulmona" ha ottenuto 1897 voti pari al 45%; Bruno Di Masci della coalizione "Sulmona che vogliamo" 1185 voti pari al 28,11%; Alessandro Lucci (Sulmona bene in comune, Sbic), 472 voti pari all'11,20%; Elisabetta Bianchi, (Forza Italia) voti 280 pari al 6,64%; Alberto Di Giandomenico, (Sovranità Sulmona), voti 276 pari al 6,55% e Domenico Capaldo (Sel), voti 106 pari al 2,52%. Hanno votato 14877 elettori (65,98% degli aventi diritto), 7088 maschi e 7789 femmine.