APPALTI

Pedaggio, quarto lotto Teramo-mare gratuito ma la bretella Teramo –Roseto si paga

La proposta è della Strada dei Parchi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

444

Pedaggio, quarto lotto Teramo-mare gratuito ma la bretella Teramo –Roseto si paga

TERAMO. Il consigliere delegato alla viabilità, Mauro Scarpantonio e il capo di gabinetto, Lunella Cerquoni, hanno partecipato questa mattina all’incontro di lavoro che si è svolto a Roma, nella sede della Regione Abruzzo, per discutere del progetto di messa in sicurezza delle autostrade A24 e A25 ; progetto presentato dalla società Strada dei Parchi.

La riunione, convocata dal presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, è stata l’occasione per fare il punto sia sul quarto lotto della Teramo-mare sia per prendere visione del progetto di una bretella veloce da Teramo verso Roseto via Val Vomano ipotizzata dalla società Strada dei Parchi per migliorare e velocizzare il collegamento fra Roma e la costa adriatica.

«Abbiamo avuto la conferma che il quarto lotto della Teramo-mare sarà percorribile gratuitamente – ha affermato il consigliere delegato alla viabilità Mauro Scarpantonio dopo la riunione – la bretella verso Roseto, invece, sarebbe soggetta al pedaggio autostradale».

Almeno questa è la proposta di Strada dei Parchi: «la vaglieremo attentamente», spiega ancora Scarpantonio, «e proprio per avere la possibilità di un approfondimento abbiamo invitato i rappresentanti della società a venire a Teramo per una riunione che ci consentirà di valutare nel merito il progetto».

E che il quarto lotto della Teramo mare sarà gratuito era stato chiarito anche nelle scorse settimane dopo che nella conferenza dei servizi era stato chiaramente esplicitato che la nuova arteria a quattro corsie non sarà a pagamento per gli automobilisti e che i costi di realizzazione del tratto stradale saranno a carico dello Stato, dato che l’opera è stata inserita nel Masterplan per l’Abruzzo tra le infrastrutture viarie strategiche con un finanziamento di 85 milioni di euro.